dividendi

Largo alle piccole

5 Febbraio 2013 - 7:00
financialounge - news
financialounge - news
Gli ultimi 5 anni sono stati particolarmente poco soddisfacenti per gli investitori in azioni europee. L’indice Stoxx 600, il paniere del 600 titoli quotati in Borsa più importanti del Vecchio Continente, ha guadagnato il 9,05% (dividendi inclusi) pari ad un rendimento dell’1,75% annuo composto. Ancora peggio è andata all’indice Euro Stoxx che raggruppa le principali società dei listini azionari della zona euro: -7,81% in 5 anni, pari ad una perdita media annua dell’1,62%.

Nello stesso arco di tempo, dal 31 gennaio 2008 a fine gennaio 2013, l’indice delle small cap europee (Stoxx Europe Small 200 index) ha messo a segno un guadagno del 23,13%, pari al 4,26% annuo composto. Ancora meglio negli ultimi 4 anni, con lo Stoxx Europe Small 200 index a +114,42% (21,07% annuo composto) e lo Stoxx 600 index a +76,31% (+15,28% annuo) e a tre anni con il paniere delle small cap europee a +37,03% e lo Stoxx 600 a +31,0%. Anche negli ultimi 12 mesi, da fine gennaio 2012 a fine gennaio 2013, lo Stoxx Europe Small 200 index (+19,18%) ha fatto meglio dello Stoxx 600 index (+17,88%).

Ma a questi prezzi quali sono le valutazioni delle small cap europee? In base allo Stoxx Europe Small 200 index possiamo dire che il rapporto prezzo / utili a 14,59 per quest’anno è leggermente superiore al p/e dello Stoxx 600 (12,90) e al p/e dell’Eurostoxx (12,60). Anche il dividend yield, cioè il rapporto tra dividendi e prezzi delle azioni depone a favore dell’indice Stoxx 600 (3,33%) rispetto al 2,95% atteso per lo Stoxx Europe Small 200 index.

Tuttavia, come fanno notare i gestori di fondi azionari specializzati sulle small cap europee, le opportunità non mancano anche perché i titoli a piccola capitalizzazione di Borsa sono meno seguiti dagli analisti e quindi i team di gestione delle più affermate case d’investimento internazionali possono esercitare il loro expertise per ricercare i titoli small cap ancora sottovalutati dal mercato.
Trending