Tre domande per tre esperti

Cosa significa per te “Oltre il rendimento”?

Lewis Aubrey-Johnson, Product Director Invesco Fixed Income
Per noi ‘Oltre il rendimento’ riguarda soprattutto la stabilità e l’integrità. In primis la stabilità della squadra. Pensiamo che una parte importante della costruzione di un rapporto con gli investitori sia quello di dimostrare l’impegno e la longevità dell’esperienza. Paul Read e Paul Causer hanno un track record di 18 anni insieme in Invesco. Inoltre gran parte del nostro team fixed income vanta oltre 10 anni di servizio. In secondo luogo, è fondamentale essere onesti su ciò che accade e si comunica ai sottoscrittori e questo significa comunicare in modo ampio ed esauriente sia quando le cose vanno bene che quando vanno male. Il successo in questo settore è difficile da conquistare e facile da perdere e l’integrità rappresenta un valore fondamentale.

Scott Wolle, Gestore di Invesco Balanced-Risk Allocation Fund
È comprensibile che gli investitori siano alla ricerca del rendimento ma è indispensabile che siano consapevoli dei potenziali rischi per il loro capitale. Noi crediamo che una metodologia in tre parti può servire le esigenze degli investitori meglio di una semplice attenzione sul rendimento: 1) un focus sul rendimento totale, 2) un approccio diversificato, con rischio equilibrato, per evitare la concentrazione dei rischi e ridurre al minimo la profondità e la durata dei drawdown (correzioni dei mercati); 3) una politica di spesa annuale ragionevole basata sul rendimento totale

Thorsten Paarmann, Gestore di Invesco Pan European Structured Equity Fund
Per me “al di là rendimento” significa che un investimento non deve guardare soltanto alle prestazioni ma anche prendere in considerazione il rischio. Per gli investitori a lungo termine la perdita in una fase di declino dei mercati non è certamente meno importante di quanto sia la partecipazione a un mercato in crescita. Ricorda: se si perde il 50% è necessario recuperare il 100% per tornare in pareggio, se hai perso solo il 10%, un rimbalzo dell’11% è sufficiente.

Le attuali dinamiche dei tassi di interesse avranno un impatto sui rendimenti della vostra asset class?

Lewis Aubrey-Johnson
Ci aspettiamo che i tassi di interesse in Europa rimangano molto bassi. Per la nostra asset class ciò significa che i rendimenti stazioneranno probabilmente sugli attuali bassi livelli sui quali ci dovremo confrontare per gestire al meglio i portafogli.

Scott Wolle
La diversificazione economica del portafoglio del fondo IBRA è progettata per dare rendimenti consistenti, indipendentemente dal contesto di mercato. Disponiamo dei titoli azionari per partecipare ai periodi di crescita non inflazionistica, le materie prime per i periodi di crescita inflazionistica e i titoli di Stato per assorbire gli shock di mercato. Nel momento in cui ci muoviamo attraverso il ciclo di mercato, alcune attività tenderanno a offrire buone performance e potranno compensare le perdite delle asset class che non soddisfano le aspettative. Il nostro posizionamento attivo è progettato per migliorare il portafoglio strategico consentendo cambiamenti sia per quanto riguarda il livello target di volatilità che per la composizione del rischio.

Thorsten Paarmann
Molti investitori sono alla ricerca di alternative di investimento ai bond che offrono rendimenti ora molto bassi. Di conseguenza, hanno bisogno di aumentare in qualche misura il loro budget di rischio. Questo potrebbe portare a spostarsi dal reddito fisso verso altre classi di attività come le azioni, in particolare i titoli azionari europei che sembrano una buona occasione: il quadro macro migliora e molte ottime aziende vantano ancora livelli di valutazione ragionevoli.

A chi si rivolge principalmente il tuo fondo?

Lewis Aubrey-Johnson
Il Pan European High Income Fund ha un mandato flessibile per consentire di gestire il rischio in base alle condizioni di mercato. All’interno di questa mission, ha tuttavia un focus sugli high yield: questo significa che i rischi sono più elevati rispetto a quelli del comparto Euro Corporate Bond e il sottoscrittore deve essere abituato ad un certo grado di volatilità. La natura ibrida del fondo è indicata naturalmente all’investitore privato che mira principalmente al reddito e, al contempo, predilige la delega delle scelte al team di gestione del fondo in tema di titoli di stato, obbligazioni societarie e anche equity.

Scott Wolle
Abbiamo notato un significativo interesse sia sul versante della clientela retail che su quello degli istituzionali. Questi ultimi posizionano IBRA nei loro portafogli come una strategia alternativa liquida. Ciò è dovuto alla bassa correlazione con le azioni, l’attenzione per catturare in modo efficiente i premi al rischio fornendo liquidità giornaliera senza lock-up. I clienti retail utilizzano IBRA come il nucleo centrale dei propri investimenti, in combinazione o come sostituti dei tradizionali portafogli bilanciati. Un’ampia diversificazione della strategia, il modello di rendimento stabile e il posizionamento tattico fanno di IBRA fund un fulcro centrale attraente all’interno di un portafoglio.

Thorsten Paarmann
Il fondo Pan European Structured Equity Fund è una scelta eccellente per beneficiare del potenziale delle azioni europee per gli investitori con un orizzonte di investimento a lungo termine. Preferiamo titoli più stabili con buoni fondamentali, dal momento che puntiamo ad ottenere buoni rendimenti con rischi controllati nel medio termine. In altre parole: ridurre il rischio delle azioni in portafoglio senza compromettere il potenziale di rendimento.




Invesco
30 Dicembre 2013
Partner
Top