I Millennial crescono, spendono di più e stanno cambiando i mercati globali

Perché è giunto il momento di dedicare maggiore attenzione ai Millennial, i nati tra il 1980 e il 2000.

Sono circa 2,3 miliardi: i Millennial, gli individui nati tra il 1980 e il 2000, sono la generazione più rilevante in termini numerici, davanti alla Generazione X (i nati tra gli anni 1965 e 1979 che ammontano a circa 1,4 miliardi di persone) e i Baby Boomer (i nati tra il 1946 e il 1964 che contano circa 1,2 miliardi di individui). Ma non è soltanto per questo che i Millennial stanno rapidamente diventando i consumatori più influenti a livello globale.

I Millennial sono infatti la prima generazione cresciuta con internet e smartphone e con un accesso costante alle informazioni, elemento che influisce sul loro modo di pensare, comunicare e prendere decisioni. Sono inoltre consumatori bene informati, focalizzati su prezzo e convenienza: sono in grado di prendere decisioni di spesa in maniera più selettiva, proprio grazie al loro maggior accesso alle informazioni. I Millennial si caratterizzano per essere una generazione attiva che da priorità ad uno stile di vita sano: sono disposti a spendere di più per viaggi e tempo libero piuttosto che per beni materiali.

APPROFONDIMENTO (VIDEO)
Come i Millennials stanno cambiando i mercati emergenti

“I Millennial stanno rapidamente diventando i consumatori più influenti a livello globale. Per questo pensiamo sia giunto il momento di dedicare loro una maggiore attenzione” fanno sapere gli esperti di Goldman Sachs Asset Management (GSAM). Anche perché il loro reddito e le loro spese sono destinate a crescere in modo più rapido della media di mercato.

“Ora che i Millennial entrano nel mondo del lavoro iniziano anche ad ottenere i primi guadagni: secondo gli esperti di GSAM il loro reddito globale nel 2017 ha sorpassato quello dei Baby Boomer. E, dal momento che i Millennial guadagnano di più, anche la loro quota di spesa sarà più alta: si prevede che aumenterà del 17% nei prossimi 5 anni rispetto a un aumento del 3% per la Generazione X e un calo del 10% per i Baby Boomer”.

La ricerca di GSAM mostra che i Millennial guidano una serie di trend destinati ad influenzare le opportunità di investimento di domani. “I Millennial saranno i precursori di un’ondata di cambiamenti e di conseguenti opportunità negli anni a venire. Il comparto GS Global Millennials Equity Portfolio è strutturato per permettere agli investitori di beneficiare di queste opportunità in maniera accorta, focalizzata su società di qualità con valutazioni convenienti” precisano gli esperti di GSAM, rimarcando tre aspetti distintivi del fondo: esposizione tematica, qualità delle società, metodo di valutazione.

APPROFONDIMENTO
Mercati emergenti, i tre temi d’investimento dettati dai millennials

“Abbiamo costruito un ampio portafoglio titoli di società i cui servizi e prodotti sono allineati alle preferenze di spesa e allo stile di vita dei Millennial e che quindi risultano ben posizionate per catturare i benefici derivanti dalla loro crescente disponibilità di reddito. Relativamente alla qualità delle società selezionate, gli esperti di GSAM aggiungono: “in linea con un approccio attivo e bottom-up del Team Fundamental Equity di GSAM, questa strategia è incentrata sull’identificazione di società con vantaggi competitivi sostenibili, solidi team di gestione e rendimenti sul capitale investito storicamente elevati”.

Infine, per quanto riguarda il metodo di valutazione, il team di gestione del fondo, concentrandosi sulle metriche dei flussi di cassa, cerca di non pagare un prezzo eccessivo per queste società al fine di massimizzare i rendimenti nel lungo termine: la priorità è riuscire ad identificare società in cui è possibile investire a sconto rispetto al loro valore intrinseco.

ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.

Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni economiche. Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non realizzarsi. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.




FinanciaLounge
23 Gennaio 2018
Partner
Top