Emergenti e millennials per portafogli a prova di futuro

di Redazione

In attesa di capire quale sarà la nuova direzione dei mercati Loredana La Pace, Country Head per l’Italia di Goldman Sachs Asset Management, consiglia scelte tattiche e trend

Quale direzione prenderanno i mercati nei prossimi mesi? E quali sono le aree più interessanti per investire? Abbiamo rivolto queste e altre domande a Loredana La Pace, Country Head per l’Italia di Goldman Sachs Asset Management.

IL RITORNO DELLE BANCHE CENTRALI

Prima di capire cosa succederà nei prossimi mesi, secondo La Pace è bene fare un passo indietro per ripercorrere un po’ quello che è successo a inizio anno che, di fatto, ha cambiato le aspettative per l’anno in corso. “Nell’ultimo periodo abbiamo assistito a una graduale e costante intensificazione del rischio e una stabilizzazione delle condizioni macroeconomiche, ma quello che ha particolarmente modificato lo scenario è stato il rientro in scena di Federal Reserve e Banca Centrale Europea. L’effetto banche centrali ha portato un rally inatteso per i titoli governativi e una sovraperformance generale dei mercati”.

SCELTE DI PORTAFOGLIO

In questo momento, però, secondo Loredana La Pace siamo giunti a un crocevia decisivo che suggerirà quale sarà la direzione dell’economia globale nei prossimi mesi. Ma come adattare le strategie di investimento a questa fase? “Nonostante le variabili in atto e la persistente incertezza continuiamo a preferire l’azionario all’obbligazionario societario e l’obbligazionario societario a quello governativo”. A sostegno di questa scelta, ritenuta valida nonostante i prezzi non propriamente contenuti, GSAM vede una moderata crescita degli utili a supporto dei rendimenti. “Anche se le valutazioni rimangono generalmente elevate, riteniamo che siano giustificate dal regime di inflazione basso e stabile in cui ci troviamo” – continua La Pace.

MERCATI EMERGENTI

I mercati emergenti restano una delle aree preferite da GSAM, sia per l’azionario che per l’obbligazionario, ma anche dal punto di vista di ricerca e analisi: “Il punto non è capire se investire – spiega La Pace – ma come e dove, poiché gli emergenti in questo momento svolgono un ruolo rilevante e sono favoriti dal trend demografico e l’innovazione tecnologica”. E in riferimento al primo trend, saranno i millennials – la generazione di nativi digitali nati tra il 1980 e il 2000, – a fare la differenza perché in grado di modificare i business delle società attraverso un nuovo modello di consumo.

Obbligazioni: come poter guadagnare anche in caso di rendimenti negativi

Obbligazioni: come poter guadagnare anche in caso di rendimenti negativi

IL FATTORE MILLENNIALS…

L’obiettivo di Goldman Sachs Asset Management, quindi, è quello di intercettare i benefici di questi nuovi schemi di comportamento e consumo di cui i millennials sono portatori. Con circa 2,3 miliardi di individui, i millennials rappresentano il gruppo demografico più numeroso a livello globale e con un potenziale di spesa e reddito in crescita rispetto alle generazioni precedenti. Se è vero dunque che questa generazione sta influenzando le dinamiche di consumo a livello globale, è ancora più vero se consideriamo i mercati emergenti, dove risiede l’86% degli stessi millennials.

… E QUELLO BIG DATA

Secondo Loredana La Pace, in questo momento l’approccio all’investimento deve essere dinamico, pronto a cogliere le opportunità, ma sempre con un’ottica di medio-lungo periodo. Ma oltre all’azionario, all’obbligazionario emergente e ai millennials, GSAM continua a puntare sui big data grazie alla sua gamma di fondi azionari, il cui processo di investimento si basa sull’analisi e l’elaborazione di enormi quantità di dati – i big data appunto – da parte dei gestori. In quest’ultimo campo, in particolare, lo sforzo dei professionisti di Goldman Sachs AM è quello di individuare connessioni tra aziende che, senza l’uso dei big data, resterebbero invisibili. Tre, nel dettaglio, i macro settori di maggiore interesse: la sanità intelligente, le risorse idriche e l’energia solare.

ARTICOLO AD USO ESCLUSIVO DEGLI INVESTITORI PROFESSIONISTI E QUALIFICATI.
Tutti gli investimenti comportano dei rischi, tra cui la possibile perdita del capitale. Le opinioni espresse sono quelle dell’autore/autori alla data di pubblicazione del documento e possono variare in qualsiasi momento a causa di cambiamenti del mercato o delle condizioni economiche. Tutte le informazioni concernenti, i rendimenti attesi e le prospettive di mercato si basano sui risultati della ricerca, delle analisi e delle opinioni dell’autore/autori. Pertanto, talune conclusioni sono anche di natura speculativa e potrebbero quindi non realizzarsi. I rendimenti passati non sono indicativi dei risultati futuri. Tutti gli investimenti comportano rischi, tra cui la possibile perdita del capitale.

tampatra / iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
25 Ottobre 2019
Partner
Top