Azioni europee, boccata d’ossigeno dai paesi emergenti

di Redazione

GAM vede prospettive positive per le azioni europee, trainate dalla crescita del potere d’acquisto della Cina e degli altri paesi emergenti

La crescita dei mercati emergenti continuerà a favorire il recupero del mercato azionario europeo, reduce da un inizio d’anno positivo dopo un ultimo trimestre 2018 piuttosto complesso. Ne è convinto Niall Gallagher, responsabile delle strategie azionarie europee di GAM Investments, che rimane positivo sulle prospettive dell’azionario grazie a valutazioni, dividendi e utili societari attraenti.

RICAVI NEI PAESI EMERGENTI

Tuttavia, l’esperto mette in guardia da facili entusiasmi asserendo che mai come quest’anno “la chiave per estrarre benefici da questa asset class sarà la selezione dei titoli”. Da dove proviene l’ottimismo di Gallagher? Innanzitutto dal peso sempre maggiore, sui ricavi delle società europee, esercitato dai mercati emergenti, ormai arrivato a un terzo del totale. Nonostante questioni ancora rilevanti sul tavolo – Brexit e tensioni tra Usa e Cina – secondo Gallagher il recupero dell’azionario europeo sarà favorito anche dai fattori che, qualche mese fa, ne hanno provocato la frenata. Si era trattato, infatti, di eventi indipendenti tra cui il nuovo sistema di misurazione delle emissioni degli autoveicoli e problemi legati al livello del fiume Reno: elementi che avevano frenato la corsa della locomotiva europea.

Debito paesi emergenti, perché il recupero può continuare

Debito paesi emergenti, perché il recupero può continuare

INNOVAZIONE NELLE VENDITE AL DETTAGLIO

Entrando nel dettaglio delle occasioni più interessanti per settore, Gallagher vede prospettive in quello delle vendite al dettaglio. Un esempio è Zalando, che secondo l’esperto di GAM “sta apportando i cambiamenti necessari per preparare il proprio modello di business al futuro” e servire al meglio i suoi 26 milioni di clienti. Senza dimenticare, poi, la crescita dei beni di lusso tra i consumatori asiatici, con società come LVMH in grado di sfruttare questo trend.

IN ITALIA BENE FINECOBANK

Segnali positivi, secondo GAM, anche sul wealth management italiano. “Riteniamo che FinecoBank sia nella posizione ideale per acquistare quote di mercato in questo settore. Dal punto di vista tecnologico, siamo dell’opinione che questa sia una delle banche più sofisticate d’Europa” spiega Gallagher. Di contro, GAM non vede al momento valore nel settore bancario europeo a meno di un “cambiamento nel paradigma dei tassi di interesse” in grado di migliorare la performance delle banche.

INFRASTRUTTURE IN IRLANDA

Un ultimo settore ritenuto interessante da Niall Gallagher è quello delle infrastrutture in Irlanda, con società di materiali come Grafton Group pronta a beneficiare di questa tendenza grazie anche a un management più forte che ha reso la società più competitiva sul mercato.

alexsl / iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
17 Aprile 2019
Partner
Top