I titoli per il real estate USA

Gli ultimi report, relativi a un’indagine su 52 aree metropolitane degli Stati Uniti, mostrano segnali di una forte ripresa del settore immobiliare in tutti gli Stati Uniti. Al punto che la domanda spesso non riesce a trovare la copertura adeguata: infatti, il numero di mesi degli immobili sul mercato si attesta a circa 3,6 mesi, il livello più basso dal fallimento della Lehman Brothers (settembre 2008). Gli agenti immobiliari americani stanno segnalando un aumento delle transazioni e si aspettano che la stagione estiva fornisca risultati più positivi di quella della scorsa estate.

Numeri e previsioni che confermano un ritrovato stato di salute dell’immobiliare statunitense che, dopo lo scoppio della crisi dei mutui subprime e la successiva recessione 2008-2009, aveva toccato uno dei punti più neri del dopoguerra. Ma ora che il settore è tornato a ruggire, come approfittarne?

Uno studio elaborato ad hoc per individuare le società azionarie quotate in Borsa che meglio di altre dovrebbero beneficiare della forte ripresa del real estate americano, ha stilato un elenco di 10 titoli. Tra i quali spiccano sia nomi di primo piano conosciuti come Caterpillar (il colosso che produce macchinari per l’edilizia), Deere & co (produttore di prodotti agricoli ed edili), Lafarge (società francese, molto attiva negli Usa, fornitrice di materiali per costruzioni) Schneider electric (produttore di sistemi di energia e automazione) e Tyco International (fornitore di sistemi di sicurezza e antincendio) e altri di seconda e terza fascia ma con elevate specializzazioni.

Tra questi Masco corporation, che produce e vende prodotti per il ai da te e l’edilizia. Oppure Owens Corning, produttrice di materiali edili a uso commerciale e residenziale, nonché rinforzi in vetroresina e materiali ingegnerizzati per l’edilizia. O, ancora, Schindler holding, che installa ascensori, scale mobili e passaggi mobili. Infine Simon property (fondo d’investimento immobiliare indipendente) e Toll Brothers, che costruisce case di lusso per clienti agiati in diversi stati americani.

Come al solito, però, è necessario ricordare che il fai da te in Borsa comporta molti rischi e tanti trabocchetti spesso nascosti agli occhi meno esperti: per scongiurare pericoli di onerose scottature meglio quindi affidarsi a un buon fondo azionario specializzato sul settore come, per esempio, il Morgan Stanley Investment Funds Us Property che diversifica il rischio in tanti titoli.




FinanciaLounge
21 Agosto 2013
Partner
Top