Risparmio gestito, a ottobre raccolto un miliardo. Frenano i fondi aperti

di Redazione

In base ai dati Assogestioni, nel mese di ottobre la raccolta netta dei fondi comuni aperti in Italia è finita in “rosso” per 225 milioni, ma gli azionari, i bilanciati e gli obbligazionari hanno raccolto quasi 4 miliardi

Bilancio in negativo nella raccolta netta mensile di ottobre per i fondi comuni in Italia. A rivelarlo è il consueto report mensile di Assogestioni nel quale – a fronte di un saldo netto positivo per un miliardo di euro per l’intera industria italiana del risparmio gestito – si legge che il “rosso” mensile dei fondi comuni aperti è stato di 225 milioni. Tuttavia, analizzando i dati nel dettaglio, si scopre che le sottoscrizioni non sono state a senso unico.

FLUSSI PER 4 MILIARDI DI EURO SU AZIONARI, BILANCIATI E OBBLIGAZIONARI

Infatti i flussi sono risultati ampiamente positivi a favore dei fondi obbligazionari (capaci di registrare un saldo mensile in attivo per 1,98 miliardi), degli azionari (1,12 miliardi) e dei bilanciati (774 milioni), per un totale di poco meno di 4 miliardi. Per contro, invece, hanno prevalso nettamente i riscatti nell’ambito dei fondi monetari (-2 miliardi) e dei flessibili (-1,86 miliardi).

FONDI AZIONARI IN ROSSO DA INIZIO ANNO

Nonostante l’ottimo risultato mensile, il bilancio dei fondi azionari da inizio anno è ancora in profondo rosso (-4,57 miliardi) in termini di raccolta netta mentre permane in territorio positivo per i fondi monetari (+2,3 miliardi), che pure hanno accusato pesanti deflussi a ottobre.

DA INIZIO ANNO INVESTITORI PIUTTOSTO DIFFIDENTI SULLE BORSE

I flussi di ottobre potrebbero trovare una giustificazione nel fatto che gli investitori italiani – come peraltro anche quelli a livello globale – si sono mostrati piuttosto diffidenti sul mercato azionario durante il 2019, nonostante il rally dei listini. E’ probabile che a ottobre una parte dell’ingente liquidità ha cominciato a essere allocata in prodotti a vocazione azionaria, anche sulla scia dei continui record di Wall Street e dei rialzi delle Borse europee.

SI CONFERMA L’APPEAL DEI FONDI ESTERI

Infine va segnalato che anche a ottobre è proseguito l’andamento divergente tra i fondi di diritto italiano e quelli esteri con questi ultimi che hanno raccolto nel mese 116 milioni, portando a 9,8 miliardi il bottino da inizio anno, mentre i fondi italiani hanno accusato deflussi netti mensili per 341 milioni, ovvero -10,5 miliardi da inizio anno.

MicroStockHub / iStock / Getty Images Plus


FinanciaLounge
29 Novembre 2019
Partner
Top