A caccia di valore tra le azioni europee

di Antonio Cardarelli

Le azioni europee offrono opportunità? Secondo Columbia Threadneedle Investments la risposta è “sì”, a patto però di focalizzarsi sui titoli di qualità e su determinati settori. Ecco quali

Le prospettive per le azioni europee non sono negative. Anzi, guardando alla redditività, alle valutazioni e alla crescita ancora positiva – seppur in rallentamento – nel confronto con Wall Street le azioni europee sono da preferire.

QUALITÀ PRIMA DI TUTTO

A giungere a questa conclusione è Frédéric Jeanmaire, european equities portfolio manager di Columbia Threadneedle Investments, che fa il punto sulla strategia di investimento, sottolineando come l’approccio della società al momento sia orientato alla “crescita qualitativa”. La preferenza, dunque, è per “imprese caratterizzate da business a crescita secolare che dovrebbero scambiare a premio proprio nei momenti di poca crescita generale”.

INCOGNITE… INCERTE

Certo, Brexit e attriti tra Italia e Commissione europea sul bilancio restano delle incognite. Ma, sottolinea Jeanmaire, questo clima si può riflettere in valutazioni interessanti, e in ogni caso nei portafogli di Columbia Threadneedle Investments ci sono pochi titoli direttamente influenzabili da queste dinamiche.

I SETTORI CHE FANNO LA DIFFERENZA

In questa fase i portafogli titoli della società sono sovrappesati nel settore industriale e dei beni di lusso e sottopesati nel settore finanziario. Il motivo? Questi ultimi, secondo Jeanmaire, “stanno soffrendo a causa di eccesso di risorse e di prospettive macroeconomiche sfavorevoli” a partire dai tassi d’interesse bassi. Nello specifico, a giugno la scelta è stata quella di aprire una nuova posizione in Air Liquide, mentre nello stesso mese si sono distinte le performance della società chimica Sika e di LVMH (beni di lusso).

Settore telecomunicazioni, sfruttare il risiko delle torri per trovare valore

Settore telecomunicazioni, sfruttare il risiko delle torri per trovare valore

VALUTAZIONE METODICA DEI TITOLI

“Il calo della crescita del Pil, in generale, ci spinge costantemente a ricercare settori e aziende in grado di crescere nelle loro nicchie di mercato” spiega Jeanmaire. Come? Ecco le risposte suggerite dall’esperto di Columbia Threadneedle Investments: essere metodici nella selezione e valutazione dei titoli in portafoglio, individuare i prossimi titoli di qualità e con buone propositive di crescita fra quelli che non sono ancora stati valorizzati e rivalutati dal mercato, identificare quei titoli di qualità, fra quelli ciclici, che sono stati eccessivamente puniti dal mercato e che possono riottenere, quindi, un valore interessante.

IL CONTRIBUTO DELLE TOWER COMPANY

Il comparto Threadneedle Pan European Focus Fund, nei primi sei mesi dell’anno, ha superato il benchmark su base lorda grazie alla “scelta accurata dei titoli e al posizionamento settoriale”, fa notare Jeanmaire. Decisivo, in questo senso, il contributo delle tower company e, fra i titoli a larga capitalizzazione, Adidas e LVMH.

Avalon_Studio / E+


FinanciaLounge
5 Agosto 2019
Partner
Top