La correzione di Borsa è un’opportunità per aggiungere rischio in portafoglio

Durante i bassi regimi macro di volatilità, come quello attuale, le correzioni sono più brevi e i recuperi più rapidi. E fanno emergere occasioni di acquisto.

I mercati azionari globali hanno subito una brusca inversione all’inizio di febbraio, dopo aver registrato una lunga striscia di record. La correzione di Borsa dovrebbe essere stata principalmente guidata dalle implicazioni di operazioni di mercato piuttosto diffuse che scommettono su una bassa volatilità azionaria. D’altra parte, la prospettiva a breve termine vede una elevata incertezza e questo può determinare cambiamenti di sentiment che, a cascata, possono stimolare ampie oscillazioni del mercato.

“Tuttavia, crediamo che gli investitori dovrebbero adottare un approccio di medio lungo termine: la nostra convinzione sulle ottimistiche prospettive economiche suggerisce che la correzione di Borsa rappresenti un’opportunità per aggiungere rischi ai portafogli” fanno sapere gli esperti del BlackRock Investment Institute (BII). I prodotti di investimento con leva finanziaria legati alla bassa volatilità hanno amplificato le perdite derivanti dal nervosismo degli investitori sul mercato azionario. Questi prodotti scommettono al ribasso (o su un andamento laterale) del VIX, l’indice della volatilità di Wall Street.

APPROFONDIMENTO
Riforma fiscale USA, l’importanza di scovare i “veri” vincitori

“Riteniamo che il crollo di inizio febbraio sia circoscritto alle azioni: il forte picco di volatilità non si è infatti diffuso ad altre attività, quali per esempio le obbligazioni societarie o le valute estere” specifica il BlackRock Investment Institute, ricordando come BlackRock, sostenitrice dei prodotti negoziati in borsa ben strutturati in quanto vantaggiosi per sia gli investitori che i mercati mobiliari, abbia sollevato preoccupazioni circa i prodotti a leva e quelli ribassisti (short). Questi infatti sono prodotti progettati per muoversi in modo contrario (e, quando sono a leva, in modo anche multiplo) rispetto al rendimento giornaliero degli indici di mercato. Non sono liquidi e, sotto stress, non funzionano come i fondi tradizionali legati a titoli fisici in portafoglio.

“Mancano di elementi essenziali di chiarezza e di accesso alle valutazioni del sottostante e spesso non sono supportati da un portafoglio di attività trasparenti. Questo è il motivo per cui BlackRock non li offre” puntualizzano gli esperti di BII la cui analisi ha portato a scoprire che le correzioni azionarie sono più brevi e i recuperi più rapidi durante i bassi regimi macro di volatilità. Un contesto, come quello attuale, nel quale le correzioni dei mercati possono costituire un’opportunità di acquisto di asset class a prezzi un po’ meno tirati.

“Vediamo l’espansione globale sincronizzata in grado di continuare nel 2018. Il nostro BlackRock Growth GPS, che fotografa le prospettive delle economie del G7, è ai massimi livelli in tre anni, con le aspettative di consenso in ripresa grazie all’impulso atteso dagli stimoli fiscali degli Stati Uniti. Tra l’altro, i dati macro ottimistici stanno arrivando da tutte le aree geografiche: più di recente dalla Cina e dalla zona euro” sottolineano gli analisti del BlackRock Investment Institute, che poi passano ad affrontare l’impatto relativo sia alla revisione delle imposte recentemente emanata dall’amministrazione Trump e sia dal maggiore budget per la spesa federale.

APPROFONDIMENTO
“La geopolitica non interromperà la tendenza economica positiva”

“Si tratta di fattori – spiegano – che, in base alle nostre stime, potrebbero aggiungere 0,8 punti percentuali alla crescita del PIL degli Stati Uniti nel 2018. Ciò potrebbe far pendere l’equilibrio verso una crescita accelerata. Una tale spinta potrebbe abbreviare la data di scadenza del ciclo economico di crescita a due o tre anni”. Se, al contrario, le pressioni da surriscaldamento fossero contenute, l’espansione potrebbe durare più a lungo. Ma gli esperti di BII ritengono che l’attuale contesto rappresenti una solida base per investire in azioni, in particolare nei mercati emergenti.




FinanciaLounge
9 Febbraio 2018
Partner
Top