Dopo la Bce BlackRock positiva sul debito di Italia e Francia

di Redazione

Alla luce delle decisioni della Bce, la grande casa Usa è anche posizionata sulle scadenze lunghe dei T-bond mentre è negativa su Bund tedeschi ed euro

La politica monetaria globale ha fatto un ulteriore importante passo avanti in direzione dell’allentamento delle condizioni creditizie con le decisioni annunciate ieri dalla Bce di Mario Draghi. Novità importanti nelle nuove misure di stimolo monetario annunciate, che comprendono l’ulteriore taglio a -0,5% del rendimento sui depositi presso la banca centrale, la simultanea introduzione di un meccanismo di tiering che ne attutisce gli effetti sui conti delle banche, e una guidance che estende di molto l’orizzonte temporale dell’attuale livello dei tassi, almeno fino a quando l’inflazione non convergerà in modo ‘robusto’ verso il target fissato dalla stessa Bce, vale a dire ‘sotto ma vicino’ al 2%.

NUOVO QE SENZA LIMITI DI TEMPO UNA MOSSA SIGNIFICATIVA

Questa in sintesi la lettura che dà BlackRock delle mosse annunciate dalla Bce nel suo Global Bond Bullet firmato da Marilyn Watson, Head of Global Fundamental Fixed Income Strategy, in cui si sottolinea che il nuovo round di quantitative easing non avrà limiti temporali definiti, per cui anche Christine Lagarde, che prenderà il posto di Draghi dal primo novembre, andrà avanti con acquisti mensili di 20 miliardi di euro di asset per molto tempo ancora. Anche poco oltre la data, molto in là da venire, in cui la Banca centrale europea dovesse decidere di tornare ad alzare i tassi di interesse. Secondo BlackRock la decisione di legare più direttamente la durata del nuovo programma di acquisto di asset alla dinamica dei tassi di interesse, evitando di fissare una data per il suo esaurimento, costituisce una ‘mossa significativa’.

Draghi imbraccia il bazooka, ma non scopre tutte le carte

Draghi imbraccia il bazooka, ma non scopre tutte le carte

PER IL BOARD ERA IL MOMENTO DELLE DECISIONI

Tra le altre decisioni, anche quella di allungare le scadenze entro le quali le banche dovranno rientrare dalla nuova fase di targeted longer-term refinancing operation, note come Tltro e giunte ormai alla terza edizione. A supporto dell’importanza degli annunci di giovedì 12 settembre, la dichiarazione di Draghi secondo cui tutti i membri del board hanno concordato sulla necessità di intervenire con la maggioranza che si è espressa a favore di un intervento immediato. Per motivare questo orientamento, Draghi ha citato il deterioramento delle prospettive dell’economia, cifrate nella riduzione delle stime di crescita della stessa Bce per il 2019 e il 2020, e le incertezze geopolitiche globali.

PUNTARE SUL DEBITO DI ITALIA E FRANCIA E SUI T-BOND USA

Per BlackRock tutto questo indica, in termini di posizionamento sul mercato, una preferenza per le scadenze lunghe dei titoli del debito di Francia e Italia e un alleggerimento sui Bund tedeschi, nell’ambito del fondo flagship ‘global unconstrained’ della grande casa d’investimento. In campo valutario vale lo stesso orientamento usato per il bund, vale a dire alleggerire sull’euro. Spostandosi sull’altra sponda dell’Atlantico, BlackRock nota che il mercato sta prezzando una riduzione in arrivo dei tassi da parte della Federal Reserve, il secondo dopo quello di fine luglio, con il mercato in attesa di indicazioni sulla direzione futura della politica monetaria che saranno contenute nel ‘dot plot’ del Fomc. Per questo la raccomandazione è di sovrappesare le scadenze lunghe del debito del Tesoro Usa, anche con una funzione di protezione dal rischio.

Dal caos Brexit in arrivo volatilità e… occasioni

Dal caos Brexit in arrivo volatilità e… occasioni

TATTICI SUI CORPORATE, CAUTAMENTE POSSIBILISTI SU UN RECUPERO DELLA STERLINA

In generale, BlackRock resta convinta che in un portafoglio ben diversificato il focus sul rendimento abbia comunque un ruolo importante e che i titoli di elevata qualità abbiano aumentato la loro attrattività in un contesto di tassi in calo e di politica monetaria di supporto all’economia. Atteggiamento tattico invece sui corporate bond e sui titoli derivanti da cartolarizzazioni, con un forte focus sui fondamentali bottom-up. Nota finale per la Gran Bretagna, dove i fattori politici continuano a restare dominanti. Ad agosto la Bank of England ha deciso di tenere i tassi fermi allo 0,75% ma potrebbe decidere di alzarli in caso di Brexit ‘morbida’ e di recupero dell’economia globale. Per questo BlackRock dichiara una modesta posizione rialzista sulla sterlina britannica.




FinanciaLounge
13 Settembre 2019
Partner
Top