La decisione

Stop alla quarantena per i viaggiatori in Cina, i titoli del lusso salgono in Borsa

Nonostante i contagi in aumento, le autorità sanitarie cinesi hanno deciso di allentare le restrizioni anti-Covid. A Piazza Affari bene, tra gli altri, Moncler e Cucinelli

di Redazione 27 Dicembre 2022 11:56
financialounge -  cina lusso mercati
financialounge -  cina lusso mercati

L'allentamento delle misure anti-Covid, soprattutto per i viaggiatori, spingono i titoli del lusso globale. Il governo cinese ha eliminato l'obbligo di quarantena per chi arriva nel Paese e sembra essere pronto a ulteriori rallentamenti. Una decisione arrivata nonostante il picco di casi Covid in Cina, con 250 milioni di casi stimati in venti giorni.

SALGONO I TITOLI DEL LUSSO EUROPEI


A Piazza Affari questa notizia ha spinto in rialzo Moncler (+2,2%), Aeffe (+2,8%), Cucinelli (+1,8%), Ferragamo (+1%) e Tod's (+1,2%). A Parigi, inoltre, Lvmh guadagna l'1,9% e Hermes l'1,6%. Sono invece ferme le Kering, risentendo del nodo da sciogliere sulla guida dell'ufficio design di Gucci.

L'IMPORTANZA DEGLI ACQUIRENTI CINESI


L'allentamento delle misure anti-Covid annunciato nelle ultime settimane e poi lo stop alle quarantene per i viaggiatori dovrebbero favorire il turismo e quindi lo shopping di beni di lusso sia in Cina, sia in altri Paesi e Continenti. Per questo motivo i titoli del lusso europei stanno guadagnando terreno. Del resto i manager delle aziende di moda avevano indicato che anche la scorsa estate, non appena era stata allargata la maglia delle misure cinesi contro il Covid, lo shopping di beni personali di lusso si era subito impennato nella Repubblica Popolare.

CASI IN AUMENTO IN CINA


Inoltre, l'assenza dei turisti cinesi in Europa ha pesato sui conti delle grandi multinazionali del lusso. Tuttavia, vista la crescita dei contagi, la cautela rimane d'obbligo. Alcuni studi stimano che nei mesi venturi i morti per Covid potrebbero superare la soglia di 1 milione.
Read more:
Trending