L'apertura dei mercati

Borse positive dopo la pausa natalizia

In una settimana priva di importanti dati in arrivo, le Borse europee riaprono con il segno più. Intanto la Cina elimina l'obbligo di quarantena per i viaggiatori che entrano nel Paese

di Antonio Cardarelli 27 Dicembre 2022 09:11
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Avvio in rialzo per le Borse europee nella prima seduta post natalizia. Piazza Affari guadagna lo 0,8% con Mps in evidenza. Bene anche Francoforte (+0,8%) e Parigi (+1%) mentre Londra rimane poco sopra la parità.

LA CINA ELIMINA LA QUARANTENA PER I VIAGGIATORI


La prima seduta post natalizia per le Borse europee si è aperta con una buona notizia giunta dalla Cina, dove dall'8 gennaio verrà eliminata la quarantena per i viaggiatori che entrano nel Paese. La Borsa di Shanghai si avvia a chiudere con un guadagno dell'1% mentre quella di Tokyo ha chiuso con un rialzo dello 0,16% dell'indice Nikkei.

POCHI DATI IN SETTIMANA


A livello macroeconomico la settimana appena iniziata si presenta scarna di dati. Gli occhi degli analisti sono puntati sulla pubblicazione dei verbali della Banca centrale del Giappone, in arrivo mercoledì. A seguire, nella stessa giornata, arriverà il bollettino della Banca centrale europea. La Spagna sarà il primo Paese dell'area euro a pubblicare i dati sull'inflazione del mese di dicembre.

ECONOMIA RUSSA IN DIFFICOLTÀ


In Ucraina da registrare l'ultimatum del ministro degli Esteri russo, Sergej Lavrov, inviato alle autorità di Kiev. La richiesta è di accettare le proposte di Mosca "altrimenti sarà l'esercito russo a decidere". In Russia, però, aumentano le preoccupazioni per la situazione economica e Mosca, nonostante le sanzioni, è pronta a riaprire i rubinetti del gas verso l'Europa in vista delle gelate in arrivo nel mese di febbraio.

GAS IN CALO


Sul fronte dei cambi, l'euro vale 1,0655 dollari (venerdì in chiusura a 1,0622). Sale il prezzo del petrolio: il Wti, contratto di febbraio, è scambiato a 80 dollari (+0,6%). Perde terreno il valore del gas naturale sulla piattaforma Ttf di Amsterdam, rimanendo ai livelli delle settimane precedenti all'invasione russa dell'Ucraina: -3,5% a 80 euro al megawattora.
Trending