Opportunità

Candriam: le small cap europee potrebbero rappresentare un buon investimento

Secondo Christian Solé, Deputy Head of Fundamental Europe Equity, Head of Small & Midcaps di Candriam le small cap grazie alle loro caratteristiche intrinseche possono ritagliarsi un importante ruolo nel prossimo futuro

di Anna Patti 26 Dicembre 2022 10:00
financialounge -  Candriam Christian Solé small cap
financialounge -  Candriam Christian Solé small cap

In passato le piccole società avevano la tendenza a rimbalzare significativamente dopo i picchi dell’inflazione. L’agilità e il forte pricing power, caratteristiche tipiche delle small cap, unite a una selezione attenta operata da un team esperto può consentire a queste società di assumere sempre maggiore importanza nel prossimo futuro.

LE SMALL CAP E L’INFLAZIONE NEGLI ANNI ‘70


L’ultima volta che i Paesi sviluppati hanno dovuto fronteggiare un’inflazione elevata è stato negli anni ’70. In quel periodo le small cap non solo erano in grado di sovraperformare le asset class tradizionali in termini reali, ma erano anche tra i rari casi che fornivano rendimenti positivi. Quando l'inflazione ha cominciato a impennarsi nel 1973 le small cap registravano sottoperformance mentre il mondo entrava gradualmente in una fase di recessione. I ricavi delle società di minori dimensioni sono in genere i primi a essere interessati da un rallentamento economico e, in una tempesta, gli investitori preferiscono una barca più sicura. Le società di piccole dimensioni dispongono inoltre di un minore accesso ai mercati del debito e del capitale azionario rispetto a società più grandi. Tuttavia dopo il picco inflazionistico le piccole società hanno iniziato a sovraperformare grazie al loro maggiore dinamismo e alla loro leadership imprenditoriale.

LA SOVRAPERFORMANCE DELLE SMALL CAP


Secondo Christian Solé, Deputy Head of Fundamental Europe Equity, Head of Small & Midcaps di Candriam le small cap che stanno registrando performance inferiori alle large cap dal secondo semestre del 2021 potrebbero presto iniziare a sovraperformare. Questo potrebbe coincidere con un cambiamento nella politica monetaria della Fed o con il momento in cui gli investitori avranno maggiore certezza sul controllo delle forze inflazionistiche. L’esperto di Candriam sottolinea che per affermare che le small cap hanno raggiunto i minimi si deve continuare a monitorare le mosse delle banche centrali e gli ultimi dati PMI.

L’APPROCCIO DI CANDRIAM


Christian Solé, ritiene che l’approccio selettivo all’investimento in small cap, scelto da Candriam, rivelatosi valido su un periodo di 10 anni, sia ora più cruciale che mai. Si tratta di un approccio a lungo termine basato su un quadro di analisi proprietario rigoroso e su 5 criteri di investimento ritenuti essenziali nel contesto attuale come qualità del management, crescita del mercato sottostante, vantaggi competitivi, redditività, effetto leva.

QUALITA’ DEL MANAGEMENT E CRESCITA DEL MERCATO


Nelle piccole società management e personale competente dovrebbero essere fidelizzati e incentivati. Infatti con l’apporto dei suoi analisti ESG, Candriam ha iniziato a dialogare con le società in cui investe al fine di capire meglio la loro organizzazione nonché i loro programmi di fidelizzazione e sviluppo. Inoltre in un momento di mercato mutevole, come quello attuale, è importante evidenziare i settori dotati di un vero potenziale di crescita al di là del breve termine. Ad esempio le nuove normative sul clima offrono opportunità per il settore privato, desideroso di contribuire alla tutela del clima e al risparmio delle risorse.

VANTAGGI COMPETITIVI, REDDITIVITA’ ED EFFETTO LEVA


L’attenzione di Candriam è rivolta a società munite di pricing power o di una crescita potenziale della quota di mercato, dato che la protezione dei margini è fondamentale in un contesto inflazionistico. Le società possono costruire questi vantaggi competitivi mediante l'innovazione o una struttura di mercato favorevole. Inoltre gli esperti di Candriam non si limitano a guardare alla crescita ma tengono in considerazione anche la redditività, ricercando azioni già redditizie e non potenzialmente redditizie. Consapevoli che le società con una minore redditività tendono a soffrire di più dei costi di produzione più elevati. Infine ci si concentra sull’effetto leva, fondamentale da un punto di vista finanziario e di responsabilità, pertanto ritenuto uno degli elementi essenziali del quadro d’investimento.

IL FUTURO DELLE SMALL CAP


In conclusione, dice Christian Solé, Deputy Head of Fundamental Europe Equity, Head of Small & Midcaps di Candriam: “i mercati potrebbero presto offrire un'opportunità unica di investire in small cap a livelli molto interessanti, e aggiunge, “siamo altresì convinti che l’engagement, unito all'investimento responsabile, sia fondamentale per migliorare il nostro profilo di rischio/rendimento”.
Trending