La giornata dei mercati

Borse europee sotto la parità nel finale in attesa delle decisioni della Fed

Mercati e investitori guardano soprattutto alla conferenza stampa di Jay Powell per per capire le prossime mosse della Fed e sono in attesa domani dei dettagli sull’avvio del quantitative tightening della BCE

di Virgilio Chelli Aggiornato al 14/12/2022 17:25
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati
financialounge -  borse la giornata dei mercati mercati

14/12/2022 17:25


I principali indici azionari europei nel finale di seduta continuano a viaggiare deboli intorno alla parità con gli investitori in cauta attesa dell’annuncio delle decisioni di politica monetaria della Fed, che arriveranno a mercati chiusi nel vecchio continente e ancora aperti in USA. Le attese sono per un rialzo dei tassi di mezzo punto, dopo quattro consecutivi di 75 punti base, ma l’attenzione è concentrata soprattutto sulla conferenza stampa del presidente Jay Powell per le indicazioni sulle mosse future dopo il nuovo rallentamento dell’inflazione USA a novembre, che si dovrebbero cifrare nelle previsioni dei membri del FOMC note come ‘dot plot’.

Attesa anche per la BCE che terrà domani l’ultima riunione dell’anno, insieme a Bank of England e alla Banca Nazionale Svizzera. Intanto i dati usciti in Gran Bretagna mostrano un tasso di inflazione annuo in rallentamento oltre le attese al 10,7% a novembre dopo il massimo di 41 anni dell’11,1% toccato a ottobre. A Milano l’indice FTSE MIB viaggia in territorio frazionalmente negativo sotto quota 24.600 punti alle ultime battute dopo il rialzo dell’1,4% messo a segno ieri. Anche Francoforte, Parigi e Londra si muovono nel finale appena sotto la parità.

Da Piazza Affari si guarda alla BCE che domani dovrebbe dare indicazioni sull’avvio del quantitative tightening, vale a dire la cura dimagrante in arrivo per il bilancio della banca centrale guidata da Christine Lagarde dopo anni di acquisti di titoli. Le indicazioni avranno un impatto soprattutto sul mercato dei titoli di Stato perché il mercato dovrà farsi carico dell'acquisto dei bond che Francoforte non assorbirà più. Lo spread tra Btp e Bund è 192 euro con il rendimento del decennale italiano al 3,84%. Tra le materie prime Il gas è 130 euro con una flessione per i Ttf ad Amsterdam di circa il 5% mentre continua il recupero del petrolio con il WTI poco sotto i 77 dollari e il Brent a 82 dollari.

14/12/2022 11:40


I principali indici azionari europei si muovono in ribasso contenuto intorno al mezzo punto percentuale con gli investitori in cauta attesa dell’annuncio di politica monetaria della Fed, che arriverà in serata a mercati chiusi nel vecchio continente e ancora aperti in USA. Le attese sono per un rialzo dei tassi di mezzo punto, dopo quattro consecutivi di 75 punti base, ma l’attenzione è concentrata soprattutto sulla conferenza stampa del presidente Jay Powell per le indicazioni sulle mosse future dopo il nuovo rallentamento dell’inflazione USA a novembre, che si dovrebbero cifrare nel ‘dot plot’ dei membri del FOMC.

Attesa anche per la BCE che terrà domani l’ultima riunione dell’anno, insieme a Bank of England e alla Banca Nazionale Svizzera. Intanto i dati usciti in Gran Bretagna mostrano un tasso di inflazione annuo in rallentamento oltre le attese al 10,7% a novembre dopo il massimo di 41 anni dell’11,1% toccato a ottobre.

A Milano l’indice FTSE MIB viaggia in territorio frazionalmente negative sotto quota 24.600 punti dopo il balzo in avanti dell’1,4% messo a segno ieri. I titoli tecnologici e I finanziari hanno in parte ridimensionato I guadagni della seduta precedente. Dalla piazza italiana si guarda come nelle altre europee sia alla Fed che alla BCE domani, da cui si attendono soprattutto indicazioni sull’avvio del quantitative tightening, vale a dire la cura dimagrante in arrivo per il bilancio della banca centrale guidata da Christine Lagarde dopo anni di acquisti di titoli. A fronte di banche e tecnologici in lieve calo, le utility guidano invece i rialzi dopo che il vertice di ieri dei ministri dell’Energia della UE non ha sortito una decisione sul price cap al prezzo del gas.
Trending