Profondo rosso

Nexi crolla in Borsa (-10%) dopo uscita Intesa

La banca cede il 5,1% del capitale a un prezzo inferiore a Ipo e il titolo della pay tech crolla a Piazza Affari. Decisione inaspettata, soprattutto dopo il rafforzamento della partnership anche fuori dall’Italia

di Fabrizio Arnhold 15 Novembre 2022 10:56
financialounge -  finanza Intesa Sanpaolo mercati Nexi
financialounge -  finanza Intesa Sanpaolo mercati Nexi

 

A Piazza Affari crolla Nexi dopo l’usciti di Intesa Sanpaolo dal capitale. La vendita di Intesa del 5,1% di capitale a un prezzo inferiore ai corsi di Borsa e anche ai valori della quotazione a Piazza Affari zavorra il titolo che è il peggiore sul Ftse Mib (-10,96%).

VENDITA A SORPRESA


Le quotazioni ieri avevano chiuso a 9,76 euro, questa mattina scendono a 8,694 euro, praticamente 8,7 euro, quelli ottenuti da Intesa nell’accelerated bookbuilding che ha portato l’istituto di credito a uscire dal capitale di Nexi, incassando 584 milioni. La vendita non era attesa e il prezzo di 8,7 euro per azione è a sconto rispetto a Worldline.

AVANTI CON LA PARTNERSHIP


Intesa Sanpaolo ha precisato che la vendita della quota “non ha riflessi sulla partnership strategica di lunga durata con Nexi, recentemente estesa al di fuori del perimetro nazionale”. Per alcuni analisti, quindi, proprio l’allargamento recente della partnership rende ancora più inaspettata la decisione di Intesa di uscire dal capitale di Nexi.

L’OPERAZIONE


La partecipazione di Intesa Sanpaolo al capitale di Nexi era inizialmente pari al 9,9% del totale. La percentuale è poi diminuita, anche a seguito dell’integrazione con Sia. Tra i soci di Nexi ci sono Poste, Cassa Depositi e Prestiti, Gic e H&F. I conti di Nexi del terzo trimestre hanno visto i ricavi raggiungere quota 858,9 milioni, in aumento del 7,1% rispetto allo stesso periodo del 2021, portando il dato dei primi nove mesi a 2,38 miliardi (+8,2%).
Trending