L'apertura dei mercati

Conti positivi per Unicredit, utili in crescita

Nel terzo trimestre Unicredit ha battuto le attese degli analisti, ritoccata al rialzo la guidance per il 2022. A Wall Street delude la trimestrale di Alphabet (Google) zavorrata da YouTube. Oggi Meloni al Senato per la fiducia

di Antonio Cardarelli 26 Ottobre 2022 09:15
financialounge -  Borse europee Piazza Affari Unicredit
financialounge -  Borse europee Piazza Affari Unicredit

Avvio in rosso per Piazza Affari, peggior listino in Europa con -0,4% nelle prime battute. Viaggiano intorno alla parità, invece, Londra, Francoforte e Parigi.

CONTI POSITIVI PER UNICREDIT


Nei primi 9 mesi dell'anno Unicredit vede l'utile salire da 3 a 4 miliardi di euro mentre nel terzo trimestre l'utile è stato di 1,7 miliardi includendo la Russia, oltre le attese degli analisti. Il gruppo ha alzato la guidance (le previsioni) per il 2022 con un utile netto atteso di 4,8 miliardi di euro (Russia esclusa). "UniCredit ha ottenuto ancora una volta risultati finanziari eccezionali. Questo è il nostro settimo trimestre consecutivo di crescita e i migliori primi nove mesi dell'anno, da almeno un decennio. Siamo in netto anticipo sugli obiettivi del piano, nonostante il prudente consolidamento delle linee di difesa", ha detto il ceo Andrea Orcel. In avvio il titolo guadagna lo 0,1%.

SPREAD IN LEGGERO RIALZO


Giorgia Meloni, dopo aver incassato la fiducia alla Camera, oggi pomeriggio si presenterà in Senato per l'intervento in replica, atteso nel pomeriggio prima del voto. Nel suo discorso programmatico la premier si è soffermata anche sulle mosse della Bce (che domani dovrebbe aumentare i tassi d'interesse di altri 75 punti base) spiegando che una politica monetaria restrittiva penalizza i Paesi con debito più alto, tra cui l'Italia. Inoltre, Meloni ha illustrato i punti salienti del programma economico del governo. Oggi è in programma anche la prima emissione di titoli di Stato italiani dall'insediamento del nuovo governo, con una emissione di Btp short e Btpei. In avvio lo spread tra Btp e Bund tedeschi apre a 221 punti rispetto ai 219 punti di ieri.

DELUSIONE DAI CONTI ALPHABET (GOOGLE)


Dopo la chiusura positiva di ieri, il sentiment degli investitori sembra aver subito una battuta d'arresto in seguito alla pubblicazione delle trimestrali di Alphabet (Google) e Microsoft. In generale, come specificato da FactSet, finora oltre il 70% delle aziende che ha pubblicato i conti ha battuto le attese. Non è stato il caso di Alphabet, casa madre di Google. Nel terzo trimestre l'utile per azione è stato di 1,06 dollari (attese per 1,25) mentre i ricavi sono stati pari a 69,09 miliardi di dollari (contro attese di 70,58 miliardi). Pesa soprattutto il calo dei ricavi di Youtube: 7,07 miliardi contro attese per 7,42 miliardi. Negli scambi after-hours (a mercati chiusi) il titolo ha perso il 6%.

MICROSOFT NON SCALDA WALL STREET


Delusione parziale anche dai dati di Microsoft, che segna utili per azione oltre le attese a 2,35 dollari (contro 2,30) e utili pari a 50,12 miliardi di dollari (contro 49,61 miliardi). Tuttavia, il titolo negli scambi after-hours ha perso il 2%, un calo dovuto ai risultati deludenti del comparto cloud, strategico per lo sviluppo futuro. In questo ambito le società controllate da Microsoft, tra cui Azure e Windows Server, hanno segnato ricavi pari a 20,33 miliardi di dollari, in rialzo del 20% ma sotto i 20,36 miliardi attesi. Oggi a Wall Street sono attesi i conti di Meta e Boeing.

TOKYO IN VERDE


Sui mercati asiatici chiusura in rialzo per la Borsa di Tokyo, con l'indice Nikkei che guadagna lo 0,7% in scia alle chiusure positive di Wall Street. Quando manca poco alla chiusura, gli indici di Hong Kong e Shanghai guadagno circa lo 0,7%. Sul fronte materie prime, petrolio Wti in calo a 84,8 dollari (-0,5%) mentre il gas naturale sul Ttf di Amsterdam si riporta sopra i 100 euro per megawattora.
Trending