La giornata sui mercati

Le Borse europee iniziano la settimana in calo, il prezzo del gas rallenta la corsa

Avvio sotto la parità per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori ancora preoccupati dalla stretta monetaria confermata da Powell a Jackson Hole. Per fronteggiare il caro energia sul tavolo ipotesi razionamenti

di Fabrizio Arnhold 29 Agosto 2022 09:20
financialounge -  borse Crisi energetica FED Gas inflazione mercati
financialounge -  borse Crisi energetica FED Gas inflazione mercati

Le Borse europee iniziano in ribasso la settimana, dopo i decisi cali di venerdì, con gli indici che hanno chiuso in netto calo sulle parole del presidente della Fed, Jerome Powell, che da Jackson Hole ha confermato la linea dura della banca centrale Usa nella lotta all’inflazione. A Milano il Ftse Mib apre a -0,91%, il Dax di Francoforte -1,00%, il Cac 40 di Parigi -0,99%, l’Ibex 35 di Madrid -1,04% e il Ftse 100 di Londra -0,70%. La Borsa di Tokyo sprofonda a -2,6%, con li investitori delusi dalla confermata stretta monetaria della Fed.

IN CALO IL PREZZO DEL GAS


Dopo la corsa record dei giorni precedenti, rallenta il costo del gas, che scende sotto la soglia dei 300 euro per megawattora (-15,6% a 286 euro per la scadenza di settembre, -11,1% a 308 euro per la scadenza di ottobre). Il petrolio sale, con il Brent scadenza ottobre che tratta a 101,24 dollari al barile (+0,25%), mentre il Wti di pari scadenza viene scambiato a 93,6 dollari al barile (+0,25%). In Italia pesa il caro bollette, con i partiti che chiedono al premier Draghi ulteriori misure e con la possibilità sempre più concreta di razionamenti.

RECESSIONE SEMPRE PIÙ VICINA?


La Federal Reserve manterrà un approccio aggressivo per limitare l’ascesa dell’inflazione. Powell da Jackson Hole ha ribadito la necessità di utilizzare “ogni strumento disponibile” per contrastare la corsa dei prezzi, mettendo in conto una frenata dell’economia. A settembre, quindi, la Fed ritoccherà nuovamente i tassi al rialzo, da capire se di 50 o 75 punti base. Dipenderà dai prossimi dati macro.

EURO SEMPRE SULLA PARITÀ


Sul versante valutario, l’euro continua a muoversi attorno alla parità con il biglietto verde a 0,9931 dollari. A Piazza Affari focus su Saipem, che ha siglato con Quantafuel Asa un memorandum d’intesa per collaborare alla realizzazione di impianti di riciclo chimico di rifiuti. Da seguire anche Tod’s (+0,15%), dopo che la Consob ha sospeso i termini dell’Opa per due settimane per acquisire informazioni supplementari. Pirelli fermata in volatilità a -6,27%, poi riparte a -3,54%. Avvio ok per Tenaris (+0,8%). Lo spread apre in rialzo a 234 punti base, i rendimenti dei decennali italiani sono al 3,84%, nuovo massimo da giugno.
Trending