L'analisi

BlueBay: come affrontare i problemi del mercato energetico

Robert Lambert, Portfolio Manager, Investment Grade di BlueBay analizza la situazione sul mercato dell’energia e indica come proteggere il portafoglio

di Anna Patti 18 Agosto 2022 07:55
financialounge -  BlueBay Morning News razionamento energetico Robert Lambert
financialounge -  BlueBay Morning News razionamento energetico Robert Lambert

L’Europa sta affrontando il problema della dipendenza energetica dalla Russia. I costi dell’energia stanno facendo aumentare l’inflazione determinando la possibilità di dover ricorrere al razionamento.

LA SISTUAZIONE IN GERMANIA


In Germania si discute già su come ridurre le forniture di gas per l’inverno. La Germania è il motore della produzione industriale europea. Se inizierà a razionare l’energia ci saranno conseguenze per le sue imprese, ci sarà un impatto significativo sulla produzione, sulla fiducia e sugli investimenti aziendali. Se ci sarà il razionamento chi sarà avvantaggiato e chi fortemente colpito?

LA SITUAZIONE IN EUROPA


A trarre vantaggio dal razionamento energetico, secondo Robert Lambert, Portfolio Manager, Investment Grade di BlueBay, saranno in pochi. In termini di aumento degli investimenti ci si aspetta che le infrastrutture per il gas e l’elettricità ricevano una spinta, considerata la necessità di affrontare gli squilibri di trasmissione in Europa e il tentativo di collegare i terminali galleggianti di GNL al largo della costa tedesca. Si prevede anche un’accelerazione degli investimenti e dei sussidi governativi. A beneficiare della situazione potrebbe esserci anche l’industria automobilistica francese, che potrebbe approfittare di una produzione inferiore e di tempi più lunghi per le consegne da parte delle controparti tedesche spingendo i clienti a cambiare fornitore.

GLI SVANTAGGIATI DEL RAZIONAMENTO ENERGETICO


L’elenco dei perdenti del razionamento energetico è lungo, a partire dall’utenza residenziale che dovrebbe razionare l’acqua e il riscaldamento. L’impatto maggiore, sottolinea Robert lambert, è stato avvertito dalle utility come dimostra il salvataggio di Uniper. L’industria tedesca subirebbe molte perdite, con segnali di interruzione della produzione che già arrivano da settori come la siderurgia e la chimica. L’implicazione a lungo termine è che la Germania potrebbe diventare un luogo meno attraente per fare affari, finché non riuscirà a risolvere la sua dipendenza dal gas, poiché i prezzi trasferiti ai consumatori saranno semplicemente troppo alti.

L’ASSET ALLOCATION


L’esperto di BlueBay, assicura che per prepararsi a scarsità di energia, hanno valutato la loro esposizione che è bassa. “Se questo scenario dovesse presentarsi e dovessimo registrare un aumento dei rischi cercheremmo di acquistare una protezione tramite credit default swap (CDS) indicizzati”, dice Lambert e aggiunge: “monitoriamo attivamente i flussi di gas e i livelli di stoccaggio in Europa e ci confrontiamo con le società esposte al rischio per valutarne l’impatto potenziale”.

LA GESTIONE DEL PORTAFOGLIO


Robert Lambert, Portfolio Manager, Investment Grade di BlueBay ribadisce che: “La pianificazione degli scenari e la protezione dai ribassi sono elementi importanti della gestione del portafoglio che prendiamo molto sul serio”. L’esperto di BlueBay conclude dicendo: “grazie a queste protezioni, i gestori possono mitigare e minimizzare i rischi e posizionare i propri portafogli in modo da trarre vantaggio dalle opportunità che possono presentarsi”.
Trending