La giornata sui mercati

Borse in positivo in attesa della riunione straordinaria Bce sullo spread e del meeting Fed

Listini in verde dopo l'annuncio della riunione straordinaria convocata dalla Bce per affrontare il tema degli spread in rialzo. Attesa per la decisione della Fed sul rialzo dei tassi d'interesse, possibile ritocco di 75 punti base

di Antonio Cardarelli 15 Giugno 2022 09:20
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

L'annuncio della riunione straordinaria della Bce sullo spread fa bene ai listini europei, e in particolare a Piazza Affari. Il Ftse Mib apre in rialzo di oltre il 2,5% con alcuni istituti bancari (Unicredit, Intesa e Banco Bpm) che non fanno prezzo per l'eccessivo rialzo. In calo sia lo spread tra Btp e Bund che il rendimento del decennale italiano.

POLITICA MONETARIA, OGGI LA FED


Giornata ricca di appuntamenti cruciali per la politica monetaria. Questa sera, intorno alle 20 italiane, si conoscerà la decisione della Federal Reserve dopo il meeting iniziato ieri. Se fino a pochi giorni fa i mercati scontavano un rialzo di 50 punti base, la crescita superiore alle attese dell'inflazione Usa sta ora spostando la bilancia verso un possibile tocco di 75 punti. Si tratterebbe del rialzo più consistente dal 1994, che aumenta la paura di una possibile recessione.

RIUNIONE STRAORDINARIA BCE


In Europa sale la tensione sui rendimenti dei titoli governativi. Il Btp italiano decennale ha toccato quota 4,2% mentre lo spread Btp-Bund è arrivato a 253 punti prima di chiudere a 243. Proprio per discutere dell'emergenza spread, che rischia di destabilizzare l'economia dell'Eurozona, la Bce ha convocato per oggi una riunione d'emergenza. "La politica monetaria dovrà rispondere alle dinamiche di mercato destabilizzanti", ha detto ieri Isabel Schnabel, componente del Comitato esecutivo.

ASIA MISTA, PETROLIO IN SALITA


Sui mercati asiatici chiusura in calo per la Borsa di Tokyo con l'indice Nikkei che lascia sul terreno l'1,1% a 26326 punti. Segno più, invece, per Hong Kong (+0,9%) e Shanghai (+0,5%) quando manca poco alla chiusura. Petrolio in leggera salita con il Brent a 121,49 (+0,28%), mentre il gas dopo il rally della vigilia resta sopra i 100 euro al MWh, dopo la riduzione delle forniture da parte della Russia, e in avvio di giornata è scambiato a 101,5 euro al MWh in rialzo del 4,6%.
Trending