La giornata sui mercati

Le Borse europee provano a reagire, Bper in rialzo dopo ok dell'Antitrust su Carige

I listini europei tentano il rimbalzo in attesa dei dati sul mercato del lavoro Usa e dopo le parole del ceo di JP Morgan Jamie Dimon, che ha invitato i mercati a "prepararsi a un uragano economico". Petrolio in calo

di Antonio Cardarelli 2 Giugno 2022 09:17
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Avvio con il segno più per i listini europei, che provano a rimbalzare dopo i ribassi dei giorni scorsi. Francoforte e Parigi aprono in rialzo di mezzo punto percentuale mentre Piazza Affari rimane sopra la parità. Sul listino italiano occhi puntati su Bper, che apre in rialzo di un punto percentuale dopo aver incassato il via libera dell'Antitrust per il controllo esclusivo di Banca Carige.

OCCHI SULLA FED


Sui mercati aleggiano ancora le parole del ceo di JP Morgan, Jamie Dimon, che ieri ha detto di prepararsi "a un uragano economico causato da Fed e guerra in Ucraina". Proprio la Fed potrebbe trovare una spinta verso misure restrittive dai dati positivi dell'economia Usa, come l'Ism manifatturiero pubblicato ieri. Oggi sono attesi dati importanti dal mercato del lavoro. Ieri Wall Street ha chiuso in rosso, con l'S&P 500 a -0,75%. Intanto dagli Usa rimbalza la notizia delle dimissioni, dopo 14 anni, della numero 2 di Meta (ex Facebook) Sheryl Sandberg.

PETROLIO IN FRENATA


In ribasso il prezzo del petrolio, mentre il sesto pacchetto di sanzioni dell'Ue contro la Russia trova ancora un ostacolo nel presidente ungherese Orban. Secondo quanto riportato dal Financial Times, l'Arabia Saudita sarebbe pronta a sopperire ai cali di fornitura derivanti dallo stop all'export di petrolio russo. Oggi è in programma una delicata riunione dell'Opec+. Il Wti luglio è giù dell'1,8% a 113,11 dollari mentre il Brent agosto scende dell'1,6% a 114,37 dollari. In calo dell'1,2% a 84,5 euro al MWh il gas nei primi scambi ad Amsterdam.

ASIA MISTA


In Asia chiusura in lieve calo per la Borsa di Tokyo, influenzata dalla debolezza di Wall Street. A fine seduta l'indice Nikkei ha segnato una flessione dello 0,16% terminando a quota 27.413,88 punti. Seduta negativa anche per il più ampio Indice Topix che ha chiuso a 1.926,39 punti, segnando una flessione dello 0,63 per cento. Chiusura positiva per Shanghai (+0,42%) mentre l'Hang Seng, a poco dalla campanella di chiusura, perde lo 0,7%.
Trending