La giornata sui mercati

L’inflazione manda in rosso le Borse europee

Avvio in netto calo per i listini del Vecchio Continente, dopo il dato sui prezzi al consumo americani, più alto delle attese. A Wall Street pesante sell-off sul Nasdaq che ha perso 5mila miliardi dai massimi

di Fabrizio Arnhold 12 Maggio 2022 09:14
financialounge -  borse energia inflazione mercati nasdaq
financialounge -  borse energia inflazione mercati nasdaq

L’inflazione Usa è scesa meno del previsto e il dato ha fatto crescere i timori degli investitori, con Wall Street che ieri ha chiuso ancora in rosso. A Milano il Ftse Mib comincia la giornata di contrattazioni a -1,93%, il Dax di Francoforte a -2,32%, l’Ibex 35 di Madrid a -1,59%, il Cac 40 di Parigi a -2,22% e il Ftse 100 di Londra - 0,00%. La Borsa di Tokyo ha archiviato la giornata in netto calo, con l’indice Nikkei a -1,77%.

INFLAZIONE SOPRA LE ATTESE


I prezzi al consumo in aprile, negli Usa hanno rallentato su base mensile allo 0,3%. Tra gli investitori restano alti i timori per un intervento più aggressivo della Fed che potrebbe tagliare ulteriormente i tassi. Anche in Europa la Bce si preparare ad un aumento a partire dal prossimo luglio.

WALL STREET ANCORA IN ROSSO


Non si fermano le vendite a Wall Street, pesante il Nasdaq che ieri ha chiuso a -3,18%. L’indice dei tecnologici americani ha bruciato dai massimi oltre 5mila miliardi. In Asia gli indici sono scesi sui minimi da due anni. Occhi puntati sulle trimestrali, con Piazza Affari che si concentra su St (-1,09%) in un momento di grande pressione per i titoli tech: il gruppo italofrancese punta a ricavi di 20 miliardi di dollari, con un margine lordo di circa 50%.

SALE IL PREZZO DEL GAS


Sul fronte valutario, euro in netto rialzo sulle altre valute con la moneta unica che si muove in area 1,05. Sul versante energetico, sale il prezzo del gas, dopo il blocco parziale dell’Ucraina del passaggio di quello in arrivo dalla Russia: il prezzo è in crescita dell’8,2% a 101,75 euro al megawattora. In calo il petrolio, con il Brent a 106,6 dollari (-1,35%). Lo spread apre in calo a 192 punti base.
Trending