La giornata sui mercati

Le Borse provano a tenere, con l’Europa pronta a nuove sanzioni contro la Russia

Avvio debole per i listini del Vecchio Continente, con gli investitori che aspettano le prossime mosse della Bce per limitare l’inflazione. A Milano fari puntati su Tim e Generali. Petrolio in aumento, come il gas

di Fabrizio Arnhold 4 Aprile 2022 09:14
financialounge -  borse mercati petrolio Russia sanzioni ucraina
financialounge -  borse mercati petrolio Russia sanzioni ucraina

La settimana sui listini europei inizia all'insegna della cautela, con i negoziati tra Russia e Ucraina che non fanno passi significativi. A Milano il Ftse Mib dopo pochi minuti dall’apertura delle contrattazioni segna -0,93%, il Dax di Francoforte -0,55%, il Cac 40 di Parigi -0,40%, l’Ibex 35 di Madrid -0,39% e il Ftse 100 di Londra +0,04%. In positivo la Borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei che ha chiuso a 27,736 punti, in progresso dello 0,25%.

STRAGE DI CIVILI A BUCHA


Non decolla il negoziato per un cessate il fuoco in Ucraina. Dopo il massacro di civili a Bucha, l’Unione europea si prepara a lanciare ulteriori sanzioni contro Mosca. Si considera anche l’ipotesi di bloccare l’import di gas russo. Al momento sul listino di Amsterdam, il gas guadagna il 3% a 116 euro per magawattora. Il petrolio cresce dell’1%, con il Brent che viene scambiato a 105,5 dollari al barile. Il Wti la scorsa settimana ha frenato la marcia dopo che il presidente Usa, Joe Biden, ha annunciato una immissione di petrolio dalla riserve.

INFLAZIONE RECORD


Non si arresta la corsa dei prezzi che nell’Unione europea è a livelli record (7,5%). Gli investitori osservano le prossime mosse della Bce per frenare l’inflazione. Francoforte resterà cauta sull’aumento dei tassi ma per la maggior parte degli analisti, pare certo che dovrebbe accelerare sulla chiusura del Qe. In America, la Fed ha già iniziato il percorso di aumento del costo del denaro, ci si attende il prossimo aumento di 50 punti base a maggio.

A PIAZZA AFFARI OCCHI SU TIM


Dopo i rialzi delle scorse settimane, a Piazza Affari occhi puntati su Tim (-5,50%), con Kkr sempre più defilata sul fronte Opa, e su Generali (+1,2%), tra i migliori titoli del listino milanese la scorsa settimana, in vista dell’assemblea del 29 aprile per il rinnovo del board. Lo spread apre in lieve rialzo a 155 punti base, dai 154 punti del finale di venerdì. Il rendimento del Btp decennale è indicato al 2,12%.
Trending