La giornata sui mercati

Borse positive su nuove speranze di tregua

Avvio in verde per i listini europei in attesa dell'incontro tra le delegazioni di Russia e Ucraina in programma oggi in Turchia. Difficile, ma non impossibile, raggiungere un accordo per il cessate il fuoco, o almeno per i corridoi umanitari

di Antonio Cardarelli 29 Marzo 2022 09:18
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari
financialounge -  Borse europee mercati Piazza Affari

Partenza positiva per le Borse europee. Piazza Affari, trascinata dalle banche, apre con rialzi superiori all'1%. Sulla stessa lunghezza d'onda anche gli altri principali listini del Vecchio Continente, con Londra che in avvio limita i guadagni al mezzo punto percentuale.

NUOVO INCONTRO IN TURCHIA TRA RUSSIA E UCRAINA


Nella mattinata di oggi le delegazioni di Ucraina e Russia si incontreranno a Istanbul. Si tratta del primo faccia a faccia dopo una decina di giorni, e le attese sono almeno per il raggiungimento di un accordo per i corridoi umanitari. I più ottimisti parlano anche della possibilità di un'intesa sul cessate il fuoco, anche se l'intelligence Usa, per il momento, non crede che Putin sia pronto a fermare la macchina militare russa. Tuttavia, le aperture dei giorni scorsi, da parte di Kiev, sulla neutralità dell'Ucraina fanno ben sperare per il raggiungimento di un'intesa. Allo stesso modo, le difficoltà riscontrate dai russi e l'intenzione di concentrarsi solo sulle repubbliche indipendentiste del Donbass, potrebbero favorire il raggiungimento di una tregua.

ASIA POSITIVA NONOSTANTE IL LOCKDOWN A SHANGHAI


Sui listini asiatici seduta nel complesso positiva, nonostante il nuovo lockdown in due fasi imposto a Shanghai per fermare l'aumento dei contagi. La Borsa di Tokyo, trainata dallo yen debole e dal calo dei futures sul greggio statunitense, ha chiuso in rimbalzo. L'indice Nikkei ha recuperato l'1,1% a 28.252,42 punti e l'indice Topix ha guadagnato lo 0,93% a 1.991,66 punti. A Hong Kong, l'indice Hang Seng guadagna poco meno di un punto percentuale, mentre la Borsa di Shanghai ha chiuso in calo dello 0,33%.

PETROLIO ANCORA IN FRENATA


Ieri chiusura in rialzo a Wall Street dopo una seduta a lungo in calo. In evidenza soprattutto il Nasdaq (+1,31%) trascinato dal +8% di Tesla, che a breve annuncerà uno split azionario. Nella mattinata europea i futures Usa viaggiano poco sopra la parità. Poco mosso il prezzo del greggio, reduce da una brusca frenata dopo l'annuncio di misure di lockdown a Shanghai. Nei primi scambi della mattinata europea il Wti cede lo 0,8% a 105 dollari al barile e il Brent perdere lo 0,6% a 108 dollari al barile. Oggi è in programma la riunione dei Paesi Opec+ per decidere sulla produzione di maggio. Debole anche l'oro, che si attesta intorno a 1.923 dollari l'oncia.
Trending