Mappa mensile

Un 2021 da record per il risparmio gestito

A dicembre dodicesimo mese di crescita consecutivo per l'asset management italiano. Il patrimonio complessivo raggiunge i 2.582,5 miliardi di euro grazie soprattutto alla spinta dei fondi azionari

di Antonio Cardarelli 25 Gennaio 2022 12:37
financialounge -  Assogestioni fondi comuni risparmio gestito
financialounge -  Assogestioni fondi comuni risparmio gestito

Dodici mesi di crescita consecutivi per i flussi del risparmio gestito in Italia nel 2021. Anche dicembre si è chiuso con il segno più per la raccolta dei fondi, con 7,8 miliardi di euro dopo i 7,7 miliardi arrivati a novembre. Secondo i dati preliminari diffusi da Assogestioni, il valore del patrimonio complessivo del risparmio gestito italiano ha toccato quota 2.582,5 miliardi di euro. In totale, i flussi in entrata del 2021 sono positivi per 91,7 miliardi di euro, ben oltre i 14,6 miliardi registrati nel 2020, con i fondi azionari grandi protagonisti.

GUIDANO I FONDI AZIONARI


Il mese di dicembre è stato trainato dalle gestioni collettive, con sottoscrizioni nette per +7 miliardi di euro. Determinante l'apporto dei fondi aperti, che registrano una raccolta netta positiva di 5,8 miliardi (a novembre +3,5 miliardi) per un totale 2021 di 64,8 miliardi. I fondi chiuso hanno segnato, a dicembre, +1,1 miliardi di euro per un totale annuo di +6,6 miliardi. Le gestioni di portafoglio registrano, invece, una frenata delle entrate nette che ammontano a dicembre a + 820 milioni, dopo +3,2 miliardi a novembre, portando il bilancio del 2021 a +20,3 miliardi. A loro volta i fondi bilanciati segnano +1 miliardo a dicembre, dopo +1,8 miliardi a novembre, a un totale di +23,1 miliardi. I flessibili si mantengono di misura in territorio positivo con +32 milioni, dopo +243 milioni, ma sotto il peso di svariati mesi di esodo chiudono l'anno in negativo, a -1,8 miliardi.



BENE I MONETARI A DICEMBRE


Saldo mensile favorevole anche per i fondi monetari a +239 milioni, dopo -1,2 miliardi, che non basta tuttavia a 'salvare' il bilancio di un anno non premiante per la liquidità e vede il comparto chiudere a -383 milioni. Nell'insieme i fondi di diritto italiano hanno registrato a dicembre una raccolta netta di +1,16 miliardi, dopo +1,13 miliardi a novembre, a un totale di +5,8 miliardi nell'anno. I fondi esteri hanno fatto la parte del leone, con un saldo mensile di +4,6 miliardi, dopo +2,3 miliardi, a complessivi +59 miliardi nel 2021.


Trending