Investire in azioni

Posizionamento strategico in azioni puntando su value, biotech e Italia

Nell’azionario i segnali tecnici sono ancora incoraggianti soprattutto se si privilegiano le aziende innovative e quelle con pricing power. Opportunità nel biotech, lusso, solare e in Piazza Affari e nel value

di Leo Campagna 29 Novembre 2021 - 8:13
financialounge - news
financialounge - news

POSIZIONAMENTO STRATEGICO IN AZIONI, MATERIE PRIME ED EMERGENTI


Per Amundi l’investimento nell’azionario dovrà focalizzarsi sui settori che presentano quotazioni meno elevate, come quello europeo. Il Vecchio Continente, infatti, dovrebbe essere favorito dal Next Generation Eu, con particolare riguardo alla transizione ecologica. “Nel 2022 il ciclo proseguirà ulteriormente, ma non ci si aspettano più fasi di frenesia dei mercati”, commenta nell’articolo Amundi: nel 2022 da preferire settore azionario, materie prime e mercati emergenti Monica Defend, Global Head of Research Amundi. “Nella sequenza di tapering e decelerazione, seguita da ulteriori stimoli e riaccelerazioni, gli investitori dovrebbero prima di tutto essere cauti e cercare punti di ingresso per integrare il loro posizionamento strategico in azioni, materie prime e mercati emergenti, in una tipica strategia da fase finale del ciclo”.

PUNTARE SULLE AZIENDE INNOVATIVE


Secondo Blair Couper, investment manager e Tony Hood, investment director di abrdn, gli investitori dovrebbero considerare aziende che puntano sull'innovazione, che nel lungo periodo dovrebbe rendere i modelli di business più redditizi, riducendo il costo del capitale, e che possono anche limitare alcuni rischi fisici e di transizione che il cambiamento climatico comporta. Nel tempo, inoltre, come specificato nell’articolo Perché un portafoglio a basse emissioni (da solo) non salva il pianeta la qualità dei dati dovrebbe migliorare, consentendo una misurazione più accurata dell'impatto climatico. Per identificare le opportunità bisogna guardare ai settori che ora stanno contribuendo maggiormente alle emissioni, e che possono essere suddivisi in quattro pilastri: Generazione di energia, Trasporti, Costruzioni e Produzione e impiego.

PRICING POWER E FLESSIBILITÀ


Le imprese che offrono servizi essenziali possono alzare i prezzi come Robert Half, leader globale nella ricerca di personale, in grado di attingere a un vasto bacino. Anche le imprese tecnologiche che vendono software e servizi essenziali sono ben posizionate, come alcune società di autotrasporti e compagnie di spedizioni. La flessibilità della supply chain è un’altra modalità per alleggerire le pressioni sui costi. Gli esperti di AllianceBernstein, nell’articolo AllianceBernstein: ecco quali sono le aziende che resistono all'inflazione citano Adidas, che sta spostando la produzione per assicurarsi capacità supplementare per le sue linee di calzature e abbigliamento sportivo. I produttori che reperiscono materie prime e componenti a livello locale saranno meno vulnerabili, come LVMH, che si rivolge a fornitori locali per non incontrare problemi di approvvigionamento.

TITOLI VALUE, UN CUSCINETTO CONTRO I RISCHI


Joseph V. Amato, President and Chief Investment Officer—Equities di Neuberger Berman.ritiene che, dopo anni di tassi bassi, inflazione contenuta ed enorme sostegno monetario, si intravedano i presupposti per un mutamento fondamentale. In quest’ottica, come spiega lo stesso Amato nell’articolo Neuberger Berman: ecco come risolvere il rebus dei mercati azionari nel 2022 è comunque possibile aprirsi un varco attraverso tutte queste incertezze. “I titoli value e quelli income possano fornire agli investitori azionari un cuscinetto contro questi rischi, offrendo al contempo un’interessante opportunità nello scenario di una prosecuzione dell’espansione reflazionistica”, specifica il manager di Neuberger Berman.

RENDIMENTI INTERESSANTI PER LE AZIONI ITALIANE NEL 2022


I manager di Credit Suisse alla luce dei continui miglioramenti nei fondamentali, grazie anche all’erogazione dei fondi per la ripresa dell’UE e alla riapertura delle economie per il turismo generale, prevedono rendimenti interessanti per le azioni italiane nel 2022. Possibile, come argomentato nell’articolo Credit Suisse positiva sull'Italia e su Piazza Affari anche un’ulteriore riduzione futura dello spread tra BTP e Bund tedesco, qualora si riuscisse a raggiungere ad una maggiore integrazione fiscale nell'UE. È vero che le tensioni inflattive tenderanno a far aumentare le possibilità di rendimenti più alti il prossimo anno, ma il rialzo dovrebbe risultare limitato dalle prospettive relative alla politica della BCE.

IL LUSSO STRIZZA L’OCCHIO ALLA GENERAZIONE Z


L’annuncio della partnership tra le case del lusso, come Balenciaga e Gucci, entrambe del gruppo Kering, per la collezione Aria di Gucci che sarà nei negozi nell’autunno/inverno 2021, ha suscitato grande interesse riportando alla ribalta il ruolo crescente delle collaborazioni tra marchi del lusso. Un fenomeno non nuovo come per esempio la collaborazione tra Hermès e Apple Watch (2015) a quella tra Louis Vuitton e Supreme (2017). “Si tratta di un fenomeno in forte ascesa sulla scia della crescente importanza dei consumatori appartenenti alla Generazione Z, le persone nate tra la fine degli anni ‘90 e i primi anni del decennio 2010” fa sapere nell’articolo GAM: sempre più partnership nella moda per soddisfare la Generazione Z Swetha Ramachandran, Investment Manager e Responsabile del fondo GAM Luxury Brands Equity di GAM Investments. In base alle previsioni entro il 2025 rappresenteranno oltre il 20% del mercato globale dei beni di lusso personali: riuscire a conquistare uno quota di spesa di questa categoria di consumatori costituisce un fattore cruciale per il settore del lusso.

IL SOLARE FOTOVOLTAICO È UN PRODOTTO AD ALTA TECNOLOGIA


“Il solare fotovoltaico è un prodotto ad alta tecnologia che, grazie ai continui miglioramenti nell’innovazione, ottimizza l’efficienza delle celle fotovoltaiche nel convertire la luce solare in elettricità facendo scendere i costi di produzione” specificano nell’articolo Come capitalizzare la leadership del solare nella decarbonizzazione delle economie i professionisti di Invesco. Entrando più nel dettaglio, l’efficienza delle celle solari ha registrato un’accelerazione sulla scia dell’innovativa tecnologia PERC (acronimo di Passivated Emitter and Rear Cell),che ha consentito lo sviluppo di pannelli solari bifacciali, in grado di assorbire la luce da entrambi i lati del pannello aumentando così la resa elettrica del modulo.

FOCUS SU SALUTE E BENESSERE


Raiffeisen Capital Management ha annunciato il rebranding di due dei suoi fondi azionari per allinearli agli obiettivi SDG dell’ONU e dare maggiore diversificazione ai clienti. In particolare, come illustrato nei dettagli nell’articolo Raiffeisen Capital Management: fondi sempre più orientati su salute, benessere e sostenibilità iI fondo Raiffeisen azionario Healthcare diventa Raiffeisen azionario salute e benessere Esg. Si tratta di un fondo settoriale, lanciato nel 2001, che investiva in azioni di imprese attive nello sviluppo, nella produzione o nella vendita di prodotti o servizi collegati al settore sanitario, alla medicina, alla farmacia o alle biotecnologie. Dal 15 novembre diventa un fondo tematico dedicato al raggiungimento dell’Obiettivo di Sviluppo sostenibile numero 3 (salute e benessere) che comprende anche l’alimentazione sana, l’acqua, l’igiene, gli articoli sportivi e i servizi fitness, nonché la tecnologia della sicurezza. Vengono esclusi i segmenti legati a sementi e prodotti alimentari geneticamente modificati, o che implicano lavoro minorile, condizioni di lavoro disumane, o la sperimentazione sugli animali.

BIOTECH, PICCOLE E MEDIE AZIENDE LUNGO L’INTERA CATENA DI VALORE


“Le big pharma possono acquisire idee da laboratori accademici e società piccolissime, acquistando piccole e medie aziende lungo l’intera catena del valore”, fa sapere Laura Nelson Carney, analista di investimenti azionari di Capital Group. Un aspetto importante è che la ricerca non è più limitata a Cambridge, nel Regno Unito, o alla Baia di San Francisco. “Per questo riteniamo che sia importante adottare un approccio globale e bottom-up, così da individuare i candidati di maggior valore”, sottolinea nell’articolo Capital Group: “Ecco le 5 tendenze emergenti del futuro del biotech” Nelson Carney, che ha individuato cinque tendenze che stanno emergendo con forza nel settore delle biotecnologie.
Trending