La giornata sui mercati

Le Borse in attesa delle parole di Powell

Avvio senza spunti per i listini del Vecchio Continente, in attesa di indicazioni sul possibile nuovo corso più restrittivo della politica monetaria. In rialzo il prezzo del petrolio

di Fabrizio Arnhold 27 Agosto 2021 - 7:13
Le Borse europee aprono le contrattazioni poco mosse, nella giornata dell’intervento del presidente della Fed, Jerome Powell, al simposio di Jackson Hole, in programma alle 16 ora italiana. A Milano il Ftse Mib in avvio segna -0,15%, a Francoforte il Dax -0,19%, il Cac 40 di Parigi -0,28%, l’Ibex 35 di Madrid -0,10% e il Ftse 100 di Londra -0,06%. Seduta debole per la Borsa di Tokyo, con l’indice Nikkei che chiude a -0,36%.

FARI PUNTATI SU JACKSON HOLE

Gli investitori attendono un segnale chiaro da parte di Powell sulle prossime mosse della Fed. Nella notte gli interventi di alcuni esponenti della Federal Reserve, favorevoli a diminuire gli acquisti (tapering) già dall’autunno, hanno preoccupato i mercati. L’ipotesi di un secondo mandato per il numero uno della Fed, Powell, ha rassicurato il mercato che apprezza la continuità.

TENSIONE IN AFGHANISTAN

Sale la tensione geopolitica in Afghanistan, dopo l’attacco all’aeroporto di Kabul costato la vita a 12 marines e 90 civili. Nella notte il presidente Joe Biden parlando in tv ha detto che “i terroristi non vinceranno. Noi salveremo gli americani e gli alleati afghani. Non ci faremo intimidire”. Ma il presidente Usa è sempre più al centro delle critiche. Una parte dei repubblicani sarebbe intenzionata a chiedere l’impeachment, mentre a Kabul deve ancora essere completato il ritiro, con la scadenza imposta dai talebani che resta fissata al 31 agosto.

PREZZO PETROLIO IN RIALZO

Sul fronte macro, in mattinata verrà comunicato il dato sulla fiducia delle imprese manifatturiere e dei consumatori di agosto in Italia, nel pomeriggio in arrivo dagli Usa i dati su spese e redditi personali. Nel valutario, il dollaro è poco mosso: l’euro/dollaro scambia a 1,176 (+0,1%). Il Bitcoin supera quota 47mila dollari (+0,34%). In rialzo il prezzo del petrolio, con il Wti che sale dell’1,29%, con un barile scambiato a 68,29 dollari, mentre il Brent segna un progresso dell’1,27%, a 71,97 dollari al barile.
Trending