Goldman Sachs Asset Management: più propensione al rischio sugli assicurativi

Cambio di strategia
di Virgilio Chelli 8 Giugno 2021 - 15:03

Lo rivela un sondaggio di Goldman Sachs Asset Management su 286 esponenti dell’industria globale delle assicurazioni, che rappresentano oltre 13.000 mld di dollari di asset di bilancio

È titolata non a caso “Running the Risks” la decima edizione della Insurance Survey condotta da Goldman Sachs Asset Management che evidenzia come le compagnie assicurative globali si preparino alla ripresa economica e, a fronte di bassi rendimenti, spread creditizi ridotti ed elevate valutazioni azionarie, si stiano posizionando su attività più rischiose. Nella Survey, le compagnie hanno anche espresso la loro opinione su diverse tematiche, tra cui l’aumento della reflazione globale, la spinta verso una maggiore assunzione di rischio nelle azioni e nel credito e il crescente interesse sui temi ESG.

LA RICERCA DEL RENDIMENTO

L’indagine è stata condotta su 286 esponenti di compagnie assicurative globali, che rappresentano oltre 13.000 miliardi di dollari di attività di bilancio, e ha rilevato che le compagnie sono concentrate sulla ricerca di rendimento sia nei settori opportunistici del reddito fisso e delle azioni, sia nei private asset. “Anche se la pandemia ha colpito le compagnie in tutte le linee di business, il settore è ben capitalizzato e si sta posizionando attivamente per la ripresa economica”, ha dichiarato Michael Siegel, Responsabile Globale Insurance Asset Management di Goldman Sachs, aggiungendo che nonostante le incertezze gli assicuratori ricercano ulteriori opportunità lungo la curva del rischio.

CRESCIUTA L’ATTENZIONE AI FATTORI ESG

Per il quinto anno consecutivo, inoltre, l’attenzione per i fattori ESG delle compagnie è cresciuta, con l’83% degli interpellati che li ha inclusi nei propri processi d’investimento, rispetto al 32% di soli quattro anni fa, in gran parte come risultato di una maggiore adozione di questi criteri nel continente americano. Tra le altre indicazioni emerse, anche la previsione di aumentare significativamente il rischio complessivo nei portafogli e l’esposizione a private equity, prestiti societari del mid-market e debito infrastrutturale. Le principali preoccupazioni sono invece identificate nella volatilità dei mercati, nel rischio di rallentamento economico negli Usa e di recrudescenze della pandemia.

MINORI ATTESE DI RECESSIONE

La maggior parte degli assicuratori interpellati dalla Survey di Goldman Sachs Asset Management ha anche rivisto le aspettative di deterioramento della qualità del credito e di una recessione nei prossimi tre anni. Le compagnie continuano a vedere una potenziale reflazione nel breve termine. Infine, se da un lato gli assicuratori globali continuano a puntare sull’ESG nei loro portafogli d’investimento, dall’altro stanno considerando anche gli investimenti nel cosiddetto ‘Insur-tech’ per migliorare l’efficienza operativa.

UNA PANORAMICA GLOBALE

L’Insurance Survey di Goldman Sachs Asset Management continua a offrire preziosi insight dai Chief Investment Officer e dai Chief Financial Officer sul contesto macro, sulle aspettative di rendimento, sulle decisioni di asset allocation, sulla costruzione di portafoglio e sulla capitalizzazione del settore. Il sondaggio ha analizzato risposte di un universo che rappresenta circa la metà dell’industria assicurativa a livello globale, coprendo un’ampia porzione del settore in termini di dimensioni, linee di business e aree geografiche.

Financialounge - Telegram