I timori della Fed non fermano Wall Street


Su nuovi record
di Fabrizio Arnhold 7 Maggio 2021 - 17:25

Dopo una partenza a due velocità, la Borsa di New York accelera a torna in positivo. Il Dow Jones aggiorna il proprio record intraday, nonostante il dato deludente sull’occupazione Usa

Dopo una partenza in rosso, Wall Street accelera a torna in positivo. Il Dow Jones si è ripreso, passando in verde e ha aggiornato il proprio record intraday, già migliorato ieri. Primato intraday anche l’indice S&P 500. Dopo circa un’ora e mezza dall’apertura, il Dow Jones viaggia a +0,45%, lo S&P 500 a +0,75% e il Nasdaq a +1,29%.

IL DATO SULL’OCCUPAZIONE

Dopo il deludente dato sull’occupazione Usa – solo 226.000 nuovi posti di lavoro ad aprile, contro le aspettative di quasi un milione di unità – gli investitori sono convinti che la Fed continuerà la sua politica ultra accomodante. A spingere l’indice delle 30 blue chip sono soprattutto Nike e Amgen, che con i loro guadagni pesano per oltre 50 punti.

TITOLI IN EVIDENZA

Gli altri titoli che stanno contribuendo al rialzo del Dow Jones sono Walgreens (+1,1%), Cisco (+1,4%) e Merck (+0,85%). Il petrolio Wti al Nymex sale dello 0,19% a 64,83 dollari al barile, continuando a sostenere il trend rialzista del greggio che ormai prosegue da diversi giorni, insieme agli acquisti sui titoli cicicli, con gli investitori che scommettono sulla ripresa.

L’ALERT DELLA FED

Nelle scorse ore la Federal Reserve aveva messo in guardia gli investitori da possibili ribassi provocati dalla vulnerabilità dei prezzi. In un contesto rialzista, in caso di calo della propensione al rischio i prezzi degli asset sarebbero vulnerabili ed esposti a cali significativi. Qualcuno ha colto il riferimento ad una imminente bolla finanziaria. Chi ha scommesso sul calo degli indici della Borsa americana, però, almeno per adesso dovrà aspettare ancora perché Wall Street continua ad aggiornare i suoi record.

Financialounge - Telegram