Apertura contrastata per Wall Street dopo le indiscrezioni sulla nuova imposta voluta da Biden

La Borsa americana
di Matia Venini 23 Aprile 2021 - 16:13

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il presidente degli Stati Uniti proporrà una nuova imposta federale per i milionari. Forte calo delle criptovalute: in un giorno bruciati oltre 200 milioni di dollari

Apertura contrastata per Wall Street sulla scia delle indiscrezioni della nuova “tassa Biden”. L’S&P 500 ha aperto le contrattazioni in rialzo dello 0,1%, il Nasdaq ha registrato un aumento dello 0,3%, mentre il Dow Jones ha iniziato gli scambi appena al di sotto della parità. Il rendimento dei Treasury a dieci anni cala ancora all’1,545%.

L’IDEA DI BIDEN

Secondo quanto riportato da Bloomberg, il presidente degli Stati Uniti Joe Biden sarebbe pronto a proporre un’imposta federale massima sulle plusvalenze di chi guadagna più di un milione di dollari del 43,4%, in rialzo dall’attuale 23,8%. Le maggiori entrate dovrebbero servire, nell’idea del leader statunitense, a finanziare l’istruzione e ricostruire il tessuto sociale del Paese. Oggi sono attesi i risultati degli indici Pmi Markit, importanti indicatori della ripresa economica americana.

LA RETROMARCIA DELLE CRIPTOVALUTE

Continua la discesa di Coinbase Global, la società dell’omonima piattaforma di scambio di criptovalute. Dopo aver perso oltre il 14% nelle ultime quattro sedute, nei primi minuti di contrattazioni è arrivata a cedere quasi il 2%. Solo l’idea della riforma fiscale di Biden ha fatto scendere il prezzo del Bitcoin sotto i 50mila dollari e, con il calo del cavallo di punta, tutto il mercato delle valute digitali ha registrato una brusca retromarcia: in un giorno sono stati bruciati oltre 200 miliardi di dollari.

COMMODITIES

Il petrolio Wti al Nymex sale dello 0,26% a 61,59 dollari al barile. L’oro viene scambiato a 1.790 dollari l’oncia, mentre l’euro è in rafforzamento sul biglietto verde a 1,2066.

Financialounge - Telegram