La Cina contro Tesla: “Società arrogante”

Il caso
di Antonio Cardarelli 23 Aprile 2021 - 10:14

Tesla è partita alla conquista del mercato cinese delle auto elettriche, ma ora deve affrontare la controffensiva dei media vicini al governo di Pechino e la concorrenza delle aziende nazionali

L’ascesa di Tesla nel mercato cinese non sarà semplice. L’azienda è stata recentemente definita “arrogante” e poco attenta alle richieste dei consumatori cinesi dal Global Times, un tabloid molto vicino al governo di Pechino.

CLAMOROSA PROTESTA A SHANGHAI

L’ultima contestazione nei confronti di Tesla risale allo scorso lunedì. Una donna di nome Zhang si è presentata nello stand Tesla del motor show di Shanghai indossando una maglia con la scritta “i freni non funzionano”. Si tratterebbe, secondo la ricostruzione fornita da CNBC, di una cliente che ha avuto un incidente a causa di un malfunzionamento dei freni della sua Tesla. La donna ha aperto un contenzioso con l’azienda californiana, che a sua volta non ha intenzione di pagare la cifra richiesta – superiore al normale – perché non ritiene di avere colpe nell’episodio.

“ATTEGGIAMENTO ARROGANTE”

Il video dello schianto, però, ha fatto il giro del web in Cina e alcuni media cinesi hanno bollato la risposta di Tesla come “arrogante” in diversi editoriali. Inoltre, la commissione disciplinare del governo ha lanciato un avvertimento a Tesla. “L’atteggiamento arrogante e prepotente che la società ha mostrato di fronte al pubblico è ripugnante e inaccettabile, e potrebbe infliggere gravi danni alla sua reputazione e alla base di clienti nel mercato cinese”, ha scritto il Golbal Times mercoledì scorso.

LA SFIDA PER IL MERCATO CINESE

Come altri grandi produttori di auto elettriche, anche Tesla considera la Cina un mercato strategico. Il potenziale di vendite è il più alto al mondo, e ovviamente fa gola a molti. La strategia di Elon Musk per la conquista della Cina ha portato alla costruzione di una fabbrica a Shanghai e alle prime consegne di Model 3 costruite nel paese asiatico. Nel 2020 proprio questo modello è stato il più venduto – tra le elettriche – in Cina. Ma ovviamente non è interesse del governo cinese far sì che l’azienda americana possa dominare il mercato nazionale delle auto elettriche. Una corsa, questa, che vede impegnate anche aziende cinesi come Nio e Xpeng.

Financialounge - Telegram