Al via la prima edizione del Master in Private Banking & Wealth Management di AIPB

Il corso
di Redazione 13 Aprile 2021 - 17:18

Un corso di 11 settimane per laureandi e neolaureati che aspirino alla carriera nel settore del Private Banking. Il segretario di AIPB: “Punteremo alla specializzazione e alla formazione di competenze trasversali”

Capaci di ascoltare e assistere il cliente nelle decisioni, di esprimere empatia anche attraverso i canali digitali, dotati di fantasia, flessibilità, curiosità e apertura all’innovazione. Eccoli i private banker del domani che l’AIPB, Associazione Italiana Private Banking, insieme a Silvia Lepore – direttore del Master AIPB – mira a formare attraverso un percorso di nove mesi rivolto ai giovani.

IL MASTER AIPB

Un master post universitario in Private Banking & Wealth Management, pensato per accompagnare gli studenti alla scoperta dell’industria del Private Banking, affidando loro gli strumenti per fare carriera. Il corso sarà inaugurato venerdì 16 aprile e sarà aperto a giovani laureandi e neolaureati in Economia, Ingegneria gestionale, Scienze statistiche e Giurisprudenza che abbiano conseguito la laurea specialistica con una votazione minima di 99/110. In 11 settimane di lezioni online i ragazzi impareranno a conoscere il settore del Private Banking per poi farne esperienza pratica durante sei mesi di stage, retribuiti, presso 25 istituti finanziari aderenti al progetto di AIPB.

OBIETTIVO: FORMARE UNA NUOVA GENERAZIONE DI PRIVATE BANKER

Le lezioni saranno condotte da 19 docenti provenienti da alcuni tra i migliori atenei italiani e vi interverranno anche esponenti della finanza nazionale ed estera, opinion leader, CEO, fondatori di startup o professionisti di diverse categorie. L’obiettivo sarà quello di consentire ai giovani di affacciarsi, con una formazione consistente, a un settore specialistico come quello del Private Banking, nel quale stanno sempre più investendo gli istituti finanziari. Il master mirerà anche a formare una nuova generazione di professionisti con competenze ibride che spazino dalle tecniche di asset allocation e gestione del rischio al trattamento fiscale delle attività finanziarie, fino alla gestione di un family office e alle nuove prospettive offerte dal fintech. Così i candidati verranno attrezzati per affrontare tutte le possibili sfide di una carriera nel settore del Private Banking.

L’IMPORTANZA DELLE COMPETENZE TRASVERSALI

“Si tratta di un percorso creato per l’industria insieme all’industria, nella convinzione che alla forte specializzazione vadano sempre associate competenze trasversali e soft come la capacità di allenare la curiosità del nuovo e del diverso”, ha spiegato Antonella Massari, segretario generale di AIPB. “Il master – ha proseguito Silvia Lepore – è pensato per preparare le giovani generazioni ad entrare nell’industria del Private Banking riconoscendo la responsabilità che implica la gestione di risorse chiave del Paese, quali quelle del risparmio e degli investimenti, ponendo grande attenzione alle sfide che la professione, la clientela e l’economia pongono per il domani”.

Financialounge - Telegram