I primi 100 giorni di Biden secondo J.P. Morgan

L'America volta pagina
di Gaia Terzulli 21 Gennaio 2021 - 19:00

La Global Market Strategist Meera Pandit riflette sulle priorità del nuovo Governo americano: in primis, stimoli fiscali e finanziamenti al vaccino

Nuovi stimoli fiscali e doppio perno su politica estera, commercio e regolamentazione. Sono questi i primi provvedimenti su cui punterà l’appena insediata amministrazione Biden, secondo l’analisi di Meera Pandit, Global Market Strategist di J.P. Morgan Asset Management.

I PRIMI TRE MESI DI BIDEN

Pensando ai primi 100 giorni del nuovo Governo americano, l’esperta evidenzia alcune priorità interne ed economiche, come l’adesione all’accordo sul clima di Parigi e l’estensione delle moratorie sugli sfratti e sui pagamenti dei prestiti agli studenti. Tra le misure destinate ad avere un impatto economico rapido e diretto spicca, secondo Pandit, la proposta di un pacchetto fiscale da 1.900 miliardi di dollari. La lista dei desideri di Biden per tali incentivi comprenderebbe aiuti a governi statali e locali, sussidi di disoccupazione più estesi, ulteriori assegni di stimolo alle famiglie e finanziamenti per la sperimentazione e il lancio del vaccino.

LA POLITICA ESTERA

“Maggiori stimoli dovrebbero portare a una ripresa più veloce e più forte, sia nella crescita sia sugli utili”, spiega Pandit: “Questo dovrebbe avvantaggiare i titoli ciclici, come i finanziari, gli industriali e i materiali, oltre alle small cap”. Inoltre, secondo la Global Market Strategist di J.P. Morgan, Biden “darà un tono alla politica estera, al commercio e alla regolamentazione. L’amministrazione avrà probabilmente un approccio duro verso la Cina e coopererà con gli alleati stranieri”. Questo potrebbe indebolire il dollaro e avvantaggiare le azioni internazionali.

GLI INVESTIMENTI

Da un punto di vista normativo, la legislazione antitrust sulla tecnologia si muove lentamente, fa notare Pandit, rappresentando un deterrente a lungo termine per i titoli tecnologici. Quelli growth, invece, torneranno a essere importanti per i portafogli quando, finita la pandemia, riprenderà la crescita sotto trend.

DOPO I 100 GIORNI

Passati i primi 100 giorni, conclude l’esperta, “è probabile che l’amministrazione Biden proponga un pacchetto di ripresa orientato alla spesa per le infrastrutture e all’energia pulita, forse con una modesta riforma fiscale inclusa. Tuttavia, una sottile maggioranza democratica, una grande quota di democratici moderati e la polarizzazione politica potrebbero limitare la portata del cambiamento”.

Financialounge - Telegram