Firenze la più cara

L’immobiliare resiste al Covid, prezzi case a +2% nel 2020

Nell’anno della pandemia il mattone tiene, nonostante segnali di sofferenza nel terzo trimestre. Milano aumento boom dei prezzi

di Fabrizio Arnhold 13 Gennaio 2021 - 14:04
financialounge - news
financialounge - news

Il mattone ha tenuto, nonostante il virus. I prezzi delle case sono cresciuti del 2% su base annua, secondo i dati di Immobiliare.it. A dicembre la cifra media richiesta per l’acquisto di una abitazione a livello nazionale è stata parti a 2.025 euro al metro quadro.

IL NORD GUIDA LA CRESCITA


Le regioni del Nord-Ovest e del Nord-Est guidano la crescita, con un aumento dei prezzi rispettivamente del 5,2% e del 2,3%. L’andamento del Centro e delle Isole resta sostanzialmente stabile, il Sud invece chiude con segno negativo, con i prezzi che sono scesi dello 0,4% rispetto al 2019.

NELLE METROPOLI LA CASA COSTA IL DOPPIO


Chi volesse acquistare una casa in una grande città, si deve preparare a sborsare quasi il doppio rispetto alle città con meno di 250mila abitanti. I piccoli centri hanno chiuso in negativo, con prezzi in calo dello 0,2%, mentre le grandi città hanno resistito meglio, chiudendo l’anno in crescita dello 0,9%, nonostante l’ultimo trimestre abbia accusato i segni della pandemia (-0,9%).

FIRENZE, ROMA E MILANO LE PIÙ CARE


Firenze è il capoluogo più caro di tutti (3.976 euro/mq), chiude il 2020 con prezzi però in calo dello 0,8%. Milano fa registrare il record con i prezzi delle case che sono aumentati del 9,2%: per comprare un immobile sotto la Madonnina servono in media 3.782 euro al metro quadro. Chiude il podio Roma (+1,5% su base annuale), con un prezzo medio di 3.265 euro al metro quadro.

SCENARI FUTURI


Rispetto al 2019 le ricerche di case per chi vuole cambiare quella in cui vive sono aumentate del 33%, dato giustificato dal ruolo della casa, tornato centrale con il lockdown. La qualità del vivere, dal momento che si è costretti a passare più tempo tra le mura domestiche, ha spinto un numero maggiore di persone a voler cambiare casa. Questa tendenza, secondo il report di Immobiliare.it. potrebbe da una parte “contribuire a un calmieramento dei prezzi nei grandi centri” e dall’altra a far sì che “il numero di compravendite tornerà a crescere nel 2021”.
Trending