Banca Generali

Unicredit e Banca Generali rinviano dividendo seguendo indicazione Bce

Banca Generali, Banca Mediolanum e Unicredit hanno deciso di aderire alle raccomandazioni della Bce rinviando il pagamento delle cedole. Attesa per le decisioni di Banca Intesa, UBI Banca, BPER e Banco BPM

di Leo Campagna 30 Marzo 2020 - 8:10
financialounge - news
financialounge - news

Le banche italiane si allineano alla raccomandazione espressa venerdì scorso dalla Banca d’Italia e dalla Bce nella quale veniva indicato di non distribuire dividendi agli azionisti per il rafforzamento del sistema creditizio a favore di imprese e famiglie in questa situazione di emergenza da pandemia.

BANCA GENERALI, BANCA MEDIOLANUM E UNICREDIT: STOP ALLE CEDOLE


Banca Generali, Banca Mediolanum e Unicredit hanno deciso di sospendere la distribuzione di dividendi mentre nei prossimi giorni dovrebbero assumere una decisione in tal senso Banco BPM (il cui dividendo in pagamento è previsto per il prossimo 20 aprile) e Banca Intesa, UBI Banca, BPER (stacco cedole il prossimo 18 maggio).

30 MILIARDI DI EURO CHE POTREBBERO VALERE 450 MILIARDI DI PRESTITI


In base ad alcune stime, la completa sospensione dei dividendi erogati dalle banche italiane per gli utili del 2019 ammonterebbe a circa 30 miliardi di euro e dovrebbe permettere la possibilità di erogare 450 miliardi di euro in prestiti per le imprese e le famiglie.

CHI NON ADERISCE DEVE SPIEGARNE I MOTIVI ALLA BANCA D’ITALIA


Banca d’Italia venerdì scorso ha raccomandato agli istituti di credito italiani di astenersi non soltanto dal pagamento dei dividendi ma anche dai riacquisti di azioni proprie che hanno l’obiettivo di remunerare gli azionisti: le banche e i gruppi bancari che non ritengano di conformarsi a tale raccomandazione sono tenuti a contattare immediatamente la Banca d'Italia per motivare le loro decisioni.

“Recessione in vista? Ecco perché le banche ce la faranno”


“Recessione in vista? Ecco perché le banche ce la faranno”





UNICREDIT, FINANZIAMENTI A CONDIZIONI DI FAVORE ALLE FONDAZIONI AZIONISTE


Unicredit, in un Cda straordinario del 29 marzo, ha deciso infatti non soltanto di rinviare le delibere sul dividendo dell'esercizio 2019 ma anche il riacquisto di azioni proprie previste per l'assemblea del 9 aprile. L’istituto guidato da Jean Pierre Mustier ha contemporaneamente annunciato che offrirà alle sue Fondazioni azioniste finanziamenti dedicati a condizioni favorevoli fino a un valore pari all'ammontare dei dividendi.
Trending