Arrivano le prime polizze per assicurarsi contro il coronavirus

assicurazione
di Redazione 3 Marzo 2020 - 11:55

Le grandi compagnie assicurative italiane si organizzano per affrontare l’emergenza coronavirus con nuovi prodotti o modifiche delle polizze in corso

Per le aziende e i lavoratori alle prese con gli effetti economici del coronavirus è importante sapere se, e in quale modo, le polizze assicurative già stipulate prevedano coperture particolari. Gli effetti dell’epidemia sul sistema economico italiano sono ancora da valutare, ma alcune grandi compagnie assicurative cominciano a muoversi per dare qualche certezza.

GENERALI IN CINA

La prima a mettere a punto una polizza che prevede una copertura per il Covid-19 è stata Generali, anche se in realtà questa particolare polizza riguarda la Cina. Il prodotto, infatti, è stato lanciato da Generali China Insurance e prevede una copertura per proteggere i dipendenti delle imprese che operano in Cina.

POLIZZA PRONTA IN TRE GIORNI

La polizza è stata messa sul mercato a fine febbraio ed è stata realizzata in sole 72 ore grazie alla collaborazione del partner online Nanyan InsureTech. Ovviamente anche altre compagnie cinesi si sono mosse per rispondere alle richieste del mercato. Per esempio, la provincia cinese di Hainan ha presentato una polizza ad hoc per il coronavirus nata dalla collaborazione di ben 12 compagnie assicurative. Anche in Thailandia e in Corea del Sud, rispettivamente  con la Bangkok Insurance e Woori, stanno attivando polizze simili. D’altra parte, in Asia l’esperienza della Sars ha riguardato anche le compagnie assicurative.

LA SITUAZIONE ITALIANA

Ma qual è la situazione in Italia, interessata da un altro importante focolaio di coronavirus? Generali Italia e Alleanza Assicurazioni hanno annunciato il lancio, in tutta Italia senza limiti territoriali, dei primi nuovi servizi e garanzie per le famiglie e le imprese per affrontare il Covid-19. Inoltre, le due compagnie avvieranno una campagna di informazione capillare rivolta a tutti i clienti per far conoscere servizi e garanzie, già presenti nelle polizze, utili per tutelarsi in questo contesto.

Coronavirus, Amundi rimane ottimista e vede Pil mondiale al 3% nel 2020

Coronavirus, Amundi rimane ottimista e vede Pil mondiale al 3% nel 2020

I PROVVEDIMENTI

Per le famiglie è prevista una diaria da ricovero in caso di ospedalizzazione e erogazione di un capitale in caso di terapia intensiva. Per gli imprenditori, sostegno alle imprese con indennità in caso di interruzione di attività. Nel dettaglio, per le imprese con polizze commerciali, Generali prevede l’estensione gratuita, per tre mesi, della copertura per chiusura attività.

LE ALTRE COPERTURE

Axa Italia, per il momento, ha scelto di dare a tutti i clienti il servizio di teleconsulto mentre i clienti Quixa potranno usufruire gratis di un’offerta che permette di avere la copertura Quixa smart salute. Sempre Generali Italia e Alleanza Assicurazioni avevano annunciato provvedimenti ad hoc per le zone rosse in Lombardia e Veneto, con la sospensione, la proroga e la dilazione dei premi per coperture vita e danni, comprese le polizze sulle auto.

LA SOLUZIONE DI CATTOLICA

Cattolica Assicurazioni lancia sul mercato italiano la nuova polizza ‘Active Business NONStop’ realizzata per far fronte alle conseguenze della diffusione del virus COVID-19 La soluzione – spiega una nota – è stata elaborata in pochi giorni dal momento in cui e’ scattata l’emergenza, per rispondere alla domanda proveniente dagli esercizi commerciali (negozi, bar, servizi) costretti per provvedimento d’urgenza delle Autorita’ a chiusura obbligatoria e misure restrittive imposte dalla minaccia dell’epidemia. Per venire incontro alle esigenze dei piccoli imprenditori, Cattolica, con la polizza ‘Active Business NONStop’ garantisce un supporto immediato di 1.000 euro al giorno per un massimo di 15 giorni in caso di chiusura decretata dalle autorita’.