Paolo Paschetta

“Ritorno al futuro”, dal 14 gennaio riparte il roadshow invernale di Pictet Asset Management

Il nuovo ciclo di incontri si concluderà a marzo, dopo aver toccato 20 città italiane, e analizzerà i principali trend che influenzeranno l’andamento dei mercati nel nuovo decennio

di Chiara Merico 8 Gennaio 2020 17:41

Quali saranno i principali trend che accompagneranno gli investitori nei prossimi anni? Per scoprirlo Pictet Asset Management ha organizzato “Ritorno al futuro: un viaggio nel tempo per analizzare le sfide sui mercati del prossimo decennio”, il nuovo roadshow invernale che prenderà il via il prossimo 14 gennaio e toccherà 20 città italiane fino a marzo 2020.

UN VIAGGIO NEL TEMPO


La prima tappa del roadshow sarà appunto martedì 14 gennaio a Varese e l’ultima il 20 marzo ad Alba, in provincia di Cuneo. L’appuntamento di inizio anno ha l’obiettivo di tracciare le prospettive e gli scenari di mercato dei prossimi anni.

ANALISI DI UN DECENNIO


Innegabilmente gli avvenimenti politici, macroeconomici e sociali hanno influenzato, probabilmente in misura anche più profonda rispetto ai decenni precedenti, l’andamento dei mercati finanziari. Per questa ragione il team di investment advisory di Pictet Asset Management analizzerà le tappe fondamentali del decennio che si è appena concluso (2010-2020) e ipotizzare quali appuntamenti potrebbero essere rilevanti per gli investitori nel decennio che si sta aprendo (2020-2030).

Un 2020 promettente per i mercati emergenti, a partire dalla Turchia


Un 2020 promettente per i mercati emergenti, a partire dalla Turchia






VISIONE DI AMPIO RESPIRO


L’obiettivo è fornire una visione di ampio respiro e identificare i possibili temi e gli attori principali che domineranno lo scenario economico finanziario da qui al 2030, oltre alle innovazioni e ai megatrend che plasmeranno il mondo in cui vivremo. Il team di gestione illustrerà, inoltre, una selezione di portafogli pensati proprio per cavalcare il prossimo decennio, aiutando dunque i clienti a ragionare per obiettivi temporali e fornendo loro gli strumenti per raggiungerli.

MASTER PER I MIGLIORI CONSULENTI


Ai migliori consulenti presenti in aula e identificati tramite un quiz sul mondo Pictet verrà data la possibilità di partecipare a un master tematico tenuto da docenti universitari a Madrid, in cui verranno analizzate le peculiarità dell’investimento tematico e le migliori pratiche di inserimento nell’ottica di costruzione di portafoglio.

RIFLESSIONE PIU’ AMPIA


“Solitamente questo appuntamento offre l’opportunità di fare il bilancio dell’anno che si è concluso e condividere lo scenario atteso per quello appena iniziato”, commenta Paolo Paschetta, country head per l’Italia di Pictet Asset Management. “Ma la chiusura di una decade impone una riflessione più ampia, volta a ripercorrere le dinamiche che abbiamo analizzato e affrontato con i nostri clienti in questi dieci anni. Stiamo, infatti, vivendo il ciclo economico più lungo degli ultimi 100 anni, la qual cosa fa temere investitori e risparmiatori che si stia avvicinando un naturale rallentamento. La bassa propensione al rischio alimenta incessantemente l’enorme ammontare di denaro che in Italia è depositato sui conti correnti e i depositi bancari, oggi con rendimenti reali negativi. E stiamo parlando di oltre 1.300 miliardi di euro”.

TROVARE NUOVE SOLUZIONI


“A fronte di questo scenario”, aggiunge Paschetta, “per gestori e consulenti è sempre più importante trovare nuove soluzioni di investimento che spostino l’orizzonte temporale di riferimento dal breve periodo, in cui vige l’incertezza, al lungo termine dove è più semplice mettere a terra strategie di investimento di successo e in linea con gli obiettivi di risparmio del cliente. In Pictet Asset Management riteniamo che, con un adeguato orizzonte temporale e con il giusto approccio di investimento, sia ancora possibile trovare valore”.

MEGATREND E MULTI ASSET


In che modo? “Seguendo i megatrend – cioè quelle tendenze che esulano dai fattori geopolitici e dalle contingenze dei mercati, in grado quindi di aumentare la stabilità degli investimenti – o, ancora, grazie a soluzioni multi-asset, tipo il nostro MAGO, nato per tutelare gli investitori da possibili drawdown nei momenti di mercato più difficili, perseguendo un migliore profilo rischio-rendimento rispetto a un portafoglio bilanciato tradizionale. Ingredienti sicuramente interessanti, di cui parleremo, tra gli altri, in questo nuovo ciclo di conferenze per affrontare il 2020 con rinnovata fiducia”, conclude Paschetta.

Per trovare altri approfondimenti su temi d’investimento e sui mercati basta visitare Pictet per Te, il blog di cultura finanziaria rivolto agli investitori finali ideato da Pictet.
Trending