Il robot amico dei bimbi diversamente abili in crowdfunding su Eppela

#ColorQuiz
di Chiara Merico 19 Novembre 2019 - 13:01

Il progetto è aprire un laboratorio di robotica rivolto a tutti i bambini, che possono socializzare, divertirsi e apprendere giocando con RobotFriend

Un laboratorio di robotica aperto a tutti, in cui bambini normalmente e diversamente abili si possano incontrare intorno al robot e, attraverso il gioco, divertirsi, apprendere e socializzare, favorendo l’educazione alla diversità: è RobotFriend, il primo gioco ideato dalla B corp LORF, attualmente in crowdfunding sulla piattaforma Eppela.

PROGETTO RIVOLTO AI BIMBI AFFETTI DA AUTISMO

Il progetto si rivolge in particolare ai bambini affetti da sindrome dello spettro autistico: i primi test hanno visto bambini diversamente abili e bimbi normalmente abili avvicinarsi insieme a un robot e fare la sua conoscenza, ponendogli domande predefinite. I bambini diversamente abili, che non hanno sufficiente autonomia, sono accompagnati e supportati da bambini abili così che fra gli stessi piccoli si viene a creare un momento di socializzazione e di arricchimento in termini di educazione alla diversità.

GIOCARE CON I COLORI

Il robot eroga alcuni giochi, di livello medio-basso, in maniera che possano essere facilmente fruibili anche dai bimbi affetti da autismo, ma comunque attraenti anche per i bambini normalmente abili. Il primo gioco sviluppato si chiama #ColorQuiz: nella prima parte i bambini sono chiamati a giocare e a scoprire attraverso il robot i colori primari e secondari. Nella seconda parte i bambini scoprono i colori del mondo che li circonda rispondendo ad una serie di domande formulate dal robot, che proporrà loro una serie di contenuti multimediali.

L’AMORE CHE COLORE HA?

Infine, il robot pone ai bambini un’ultima domanda: “L’amore che colore ha?”, che lancia il video dell’omonima canzone della modella e cantante Greta Ray, madrina dell’iniziativa.

UN TEAM DI ESPERTI

#ColorQuiz nasce da un’idea di Andrea Buragina, quella di far scoprire ai bambini il mondo che li circonda attraverso i colori. Alla strutturazione del gioco ha lavorato un team, coordinato da Andrea e composto da una psicologa, Claudia Bordicchia, esperta in Psicopatologia dell’Apprendimento, un tecnico, Ewerton Lopes S. de Oliveira, che vanta una consolidata esperienza nell’ambito della robotica, oltre ad un esperto in comunicazione digitale, Michele Berra, da sempre attento a tematiche sociali.

ROBOT UMANOIDE

Le risorse raccolte tramite il crowdfunding verranno impiegate per l’acquisto del robot umanoide Pepper, attraverso il quale, si intende erogare il gioco #ColorQuiz e gli altri giochi che verranno successivamente implementati. Prodotto dalla multinazionale giapponese Softbank Robotics, Pepper è il primo e più avanzato robot umanoide capace di interagire e di rispondere alle richieste dell’utente, e, grazie a un complesso algoritmo, di riconoscere e reagire proattivamente alle emozioni umane entrando in relazione con l’interlocutore. Un’interfaccia di alto livello e un sistema di intelligenza artificiale (AI) cloud-based gli permettono di comunicare con chi gli sta intorno, analizzando la gestualità, l’espressione e il tono di voce.

Financialounge - Telegram