ascension

Google raccoglie in segreto dati sanitari di milioni di persone

Il caso scoppia negli Usa per un accordo tra il motore di ricerca e Ascension, no profit cattolica proprietaria di una catena di ospedali

di Antonio Cardarelli 13 Novembre 2019 12:40
financialounge -  ascension google privacy https://www.flickr.com/photos/scobleizer/4249731778
financialounge -  ascension google privacy https://www.flickr.com/photos/scobleizer/4249731778

Google avrebbe raccolto senza alcuna autorizzazione i dati sanitari di 50 milioni di pazienti grazie a un accordo con la catena di ospedali Ascension. L’accusa di violazione della privacy, immediatamente respinta sia da Google che da Ascension (una no profit cattolica proprietaria della seconda catena di ospedali più grande degli Usa), ha però attirato l’attenzione delle autorità federali.

ACCERTAMENTI IN CORSO


L’Ufficio per i diritti civili del Department of Health and Human Services ha annunciato l’intenzione di “acquisire informazioni” sul progetto Nightingale. Si chiama così (usignolo in inglese) la più vasta raccolta di dati sanitari mai effettuata negli Usa portata a termine da Google e Ascension.

50 MILIONI DI PAZIENTI


A svelare il caso è stato il Wall Street Journal, che parla di 50 milioni di pazienti coinvolti, distribuiti in 21 stati e 2600 tra ospedali e cliniche private. La domanda, ancora da chiarire, è: che utilizzo farà Google di questi dati? Il timore è che queste informazioni su data di nascita, nome e informazioni sulla salute possano essere utilizzate per fini commerciali e di profilazione da assicurazioni o aziende farmaceutiche.

LA DIFESA DI GOOGLE


Un’accusa che Google ha prontamente respinto in una nota. Oltre a definire le pratiche “standard” e rispettose della privacy, Google ha dichiarato che i dati forniti da Ascension non potranno essere incrociati con quelli dei consumatori già in possesso dell’azienda di Mountain View. Lo scopo ufficiale del progetto  Nightingale, infatti, sarebbe solo quello di fornire ai medici un accesso facilitato ai dati dei pazienti in modo da migliorare l'efficacia delle cure.

Google nel mirino: maxi ricavi con siti che truffano gli investitori?


Google nel mirino: maxi ricavi con siti che truffano gli investitori?





L’ACQUISIZIONE DI FITBIT


L’accordo con Ascension, tuttavia, è stato svelato pochi giorni dopo l’annuncio dell’acquisizione, da parte di Google, di Fitbit. L’acquisizione da 2,1 miliardi di dollari ha di fatto sancito lo sbarco di Big G nel settore dei dispositivi indossabili (smartwatch e non solo) che hanno proprio nella raccolta di dati legati alla salute la caratteristica principale. Il caso Nightingale, tuttavia, riporta in primo piano il tema dell’utilizzo dei dati sensibili ceduti – più o meno consapevolmente – ai big della tecnologia.
Trending