calcio

Calciomercato, Serie A da record: spesi quasi 1,2 miliardi di euro

La spesa in crescita dei club italiani non basta a raggiungere la Premier League e a evitare il sorpasso della Liga. Ma il calciomercato non scalda gli investitori

di Antonio Cardarelli 3 Settembre 2019 16:23

financialounge -  calcio calciomercato Juventus Serie A
Nonostante la mancanza di colpi in stile Cristiano Ronaldo, la sessione di calciomercato appena conclusa ha fatto registrare un nuovo record per la Serie A con un miliardo e 180 milioni di euro investiti. Una somma in crescita rispetto alla stagione precedente di circa 60 milioni, che però non è bastata a mantenere il secondo posto tra i campionati europei in cui si è speso di più.

SERIE A SUPERATA DALLA LIGA


Nella stagione 2018/2019, secondo i dati raccolti da transfermarkt.it, la Serie A aveva speso meno solamente rispetto alla ricchissima Premier League inglese, che anche quest’anno si è confermata al primo posto con 1,55 miliardi di euro investiti e un saldo negativo (confronto entrate/uscite) di 736 milioni di euro. Dietro la Premier, che tra l’altro ha chiuso il calciomercato l’8 agosto, la sessione terminata il 2 settembre ha visto la Liga spagnola piazzarsi al secondo posto con 1,32 miliardi spesi. Una performance dovuta alla sontuosa campagna acquisti del Real Madrid, che ha regalato a Zidane – tra gli altri - Hazard per 100 milioni e Jovic per 60 milioni. Terza la serie A, con Juventus e Inter particolarmente attive (De Ligt e Lukaku i colpi più significativi) seguita dalla Bundesliga tedesca (742 milioni spesi, grazie soprattutto ai 143 usciti dalle casse del Bayern Monaco) e dalla Ligue 1 francese.

FRANCIA IN ATTIVO


Quest’ultimo campionato merita un approfondimento particolare. Al netto del Paris Saint Germain degli sceicchi, infatti, la massima serie francese è una delle poche leghe europee in grado di chiudere ogni anno il calciomercato con un saldo positivo. Nelle ultime due stagioni, per dare qualche numero, i club francesi hanno registrato un saldo positivo di 301 e 163 milioni.

Mercato, calcolando l’inflazione è Ronaldo (il Fenomeno) il più caro


Calciomercato, calcolando l’inflazione è Ronaldo (il Fenomeno) il più caro





IL CALCIOMERCATO DELLE SQUADRE


La classifica dei club che hanno speso di più in questa sessione estiva di calciomercato a livello europeo è guidata dal Real Madrid. Il club di Florentino Perez ha speso 307 milioni con un saldo negativo di 177 milioni. A seguire altre due spagnole: il Barcellona, che nonostante il mancato arrivo di Neymar ha speso la bellezza di 255 milioni, e l’Atletico Madrid che ha investito 243 milioni, di cui 126 per il 19enne portoghese Joao Felix. Al quarto posto la Juventus, che con i suoi 188 milioni supera le due squadre di Manchester ma, a differenza delle due inglesi, i bianconeri hanno chiuso con un saldo positivo di 13 milioni grazie alle cessioni, tra gli altri, di Joao Cancelo proprio al City e Moise Kean all’Everton.

AZIONISTI FREDDI


Un calciomercato che però non sembra aver entusiasmato gli azionisti delle squadre, tra quelle che hanno speso di più, che sono quotate in Borsa. Nel caso della Juventus il titolo, partito a 1,498 euro il primo luglio, ha chiuso in leggero calo dopo la campagna acquisti toccando 1,443. Leggermente più consistente, invece, il crollo del Manchester United partito da 18,2 dollari ad azione per arrivare, l’8 agosto, a 17,9 dollari. A far scendere ancora il titolo di quello che comunque resta il club calcistico con la più alta capitalizzazione al mondo è stata, nei giorni successivi, la deludente partenza in Premier League.

Trending