azioni

General Electric fuori dal Dow Jones, cosa cambia nell’indice azionario più famoso

Dopo 122 anni, General Electric è stata sostituita da Walgreens Boots Alliance come una delle 30 società componenti lo storico indice azionario Dow Jones Industrial Average.

22 Giugno 2018 09:18
financialounge -  azioni dow jones industrial average General Electric Wall Street wallgreens https://www.flickr.com/photos/chuckthewriter/3581295898
financialounge -  azioni dow jones industrial average General Electric Wall Street wallgreens https://www.flickr.com/photos/chuckthewriter/3581295898

Il prossimo martedì 26 giugno, dopo 122 anni, il titolo General Electric (GE) uscirà dall’indice Dow Jones Industrial Average (DJIA): al suo posto entrerà Walgreens Boots Alliance. La sostituzione conclude il mandato della più antica e unica componente originale dello storico indice di Wall Street, uno dei benchmark azionari più seguiti dalla sua creazione nel 1896, e rappresenta l’epilogo inevitabile della tendenza al ribasso del titolo GE.


LE CONSEGUENZE PER IL DOW JONES INDUSTRIAL AVERAGE


Ma il cambiamento ha anche conseguenze per il DJIA. Scopriamole insieme. In primo luogo, l'aggiunta di Walgreens Boots Alliance aggiunge una quarta azienda alla categoria dei beni di prima necessità, cioè quelle imprese che vendono per esempio prodotti come cereali, dentifricio, rasoi, e altri beni per la casa e la cura della persona.


INSIEME A WALMART, P&G E COCA COLA


Attualmente, il gruppo di beni di consumo di riferimento del DJIA comprende Walmart, Procter & Gamble e Coca-Cola. In secondo luogo, la sostituzione segna la prima modifica del DJIA dal settembre scorso, in seguito al completamento della fusione tra Dow Chemical e l'allora componente dell’indice Dow DuPont & Co, che ha creato la nuova compagnia DowDuPont.

APPROFONDIMENTO
La prossima recessione sarà meno profonda, ma più lunga e rischiosa


CAMBIERÀ IL DIVISORE DEL DJIA


Ma, aspetto questo di assoluto rilievo, l'ingresso dei titoli Walgreens significa che il cosiddetto divisore del DJIA cambierà. Il cosiddetto divisore, o per meglio dire moltiplicatore, è la cifra utilizzata per determinare l'influenza di una qualsiasi delle 30 componenti che costituiscono il benchmark. L’indice DJIA non è esattamente una media dei suoi componenti, come potrebbe suggerire il suo nome. Al contrario il valore dell’indice è determinato sommando il prezzo di tutte e 30 le azioni del paniere e moltiplicando il valore ottenuto con un moltiplicatore che, a partire dal 26 giugno, sarà pari a 0,145233969.


UN DOLLARO SPOSTA 6,89 PUNTI DELL’INDICE


Tradotto in pratica significa che qualsiasi spostamento di un dollaro nel prezzo di una qualsiasi delle azioni delle 30 società componenti il DJIA equivale a un'oscillazione di 6,89 punti (infatti 1 / 0,145233969= 6,89 punti) nel valore dell’indice. Secondo WSJ Market Data Group, le azioni di Walgreens rappresenteranno le settime meno influenti all'interno del Dow: dopo quelle di Pfizer, Coca-Cola, Cisco Systems, Verizon Communications, Intel Corp e Merck & Co.

APPROFONDIMENTO
A Wall Street il momento della verità arriva tra 5 settimane


L’OMBRA DI AMAZON


Infine, alcuni analisti hanno segnalato che i titoli dei beni di prima necessità hanno fatto registrare una perdita di 227 punti all’indice DJIA dall'inizio anno: il titolo Coca-Cola ha contributo con -15,7 punti, il titolo P&G con -107,1 punti e il titolo Walmart con -104,3 punti. I beni di consumo di base hanno per la maggior parte sottoperformato quest'anno perché le compagnie hanno avuto difficoltà a trasferire i costi crescenti ai clienti, mentre Amazon.com continua ad esercitare un potere di determinazione dei prezzi che fa pressione sulle aziende del settore.


WALGREENS MENO PEGGIO DI GENERAL ELECTRIC


Detto questo prevale comunque la convinzione che le performance del titolo Walgreens non dovrebbero deludere, anche perché i fondi che seguono l’indice DJIA sono costretti ad acquistare azioni della società per riflettere il cambiamento in arrivo: un aspetto che dovrebbe permettere al titolo Walgreens di non fare peggio rispetto alle difficoltà che continua ad avere il titolo GE.
Trending