calcio

Calciomercato record, nel 2017 cifre comparabili con quelle dei settori industriali

Le cifre che il calciomercato europeo ha movimentato quest’anno si collocherebbero ai vertici nelle graduatorie di M&A dei singoli paesi.

5 Settembre 2017 10:36
financialounge -  calcio fusioni e acquisizioni Neymar Serie A sport
financialounge -  calcio fusioni e acquisizioni Neymar Serie A sport

Dopo il trasferimento dell'attaccante brasiliano Neymar dal Barcellona al PSG, di cui abbiamo parlato in un articolo del mese scorso, con la chiusura del calciomercato è possibile fare il punto sui trasferimenti valutandone l'impatto in termini finanziari ed economici. L'acquisto di Neymar, infatti, non ha rappresentato un caso isolato del calciomercato estivo 2017, quanto piuttosto il picco di fenomeno molto più ampio che ha riguardato tutte i principali paesi europei, al punto che le cifre complessive in gioco sono comparabili alle operazioni di M&A (fusioni ed acquisizioni) finanziarie e industriali dei singoli paesi.

A fare il punto della situazione ci hanno pensato gli analisti di Thomson Reuters che hanno calcolato l’ammontare del giro d’affari del calciomercato nei 5 principali mercati europei (Regno Unito, Germania, Francia, Italia e Spagna) per poi andare a confrontare i valori con quelli dell’M&A dei singoli settori da inizio anno.

Ebbene dal primo gennaio di quest’anno al 31 agosto scorso (quando cioè si sono chiuse ufficialmente le trattative del calciomercato europeo) gli 1,55 miliardi di euro della spesa complessiva di trasferimento nella Premier League inglese si sarebbero piazzati al secondo posto nella graduatoria delle attività idi M&A industriale nel Regno Unito, dietro soltanto al settore finanziario (17,4 miliardi) e davanti sia all’immobiliare (1,27 miliardi) che l’healthcare (1,067 miliardi).

I 798 milioni di euro di spesa per il calciomercato della Serie A italiana sarebbero stati la terza maggiore voce di M&A in Italia preceduta soltanto dalle attività promosse da governo e agenzie parastatali (3,7 miliardi) e quelle finanziarie (1,12 miliardi) e davanti a quelle del settore industriale (289 milioni) e del settore energia (236 milioni).

I 554 milioni di euro relativi ai trasferimenti nel club di calcio della Bundesliga tedesca si sarebbero piazzati al quarto posto, dietro l’M&A finanziario (7,6 miliardi), l’healthcare (1,9 miliardi), e i media e intrattenimento (899 milioni) e davanti ai 438 milioni del settore della grande distribuzione.

Infine se i 640 milioni complessivi che fanno capo alla Ligue 1 francese sarebbero risultati l'ottava voce nella graduatoria da inizio anno delle operazioni di M&A in Francia, i 543 milioni di euro per le spese di trasferimento calcistico riconducibili alla Liga spagnola sarebbero risultati la voce di maggiori rilievo nelle attività di M&A in Spagna da inizio anno, davanti ai 147 milioni movimentati da media e intrattenimento e ai 109 milioni relativi al settore energia.
Trending