auto elettrica

Auto elettriche, la loro ascesa penalizzerà palladio e platino

Mentre nel lungo termine la diffusione delle auto elettriche penalizzerà la domanda di palladio e platino, fino al 2021 i loro prezzi resteranno legati a rame e oro.

12 Luglio 2017 09:44
financialounge -  auto elettrica materie prime oro palladio platino rame
financialounge -  auto elettrica materie prime oro palladio platino rame

Le auto elettriche rappresentano una piccolissima quota di mercato e anche le stime più ottimistiche parlano di una loro ascesa nei prossimi 5 anni molto limitata sul totale.

Tuttavia, nel medio lungo termine, l’impatto delle auto elettriche sul mercato (sia sul totale circolante che, soprattutto, sui nuovi veicoli immatricolati) sarà importante nell’ambito delle materie prime.

Secondo gli analisti di una importante casa d’investimento svizzera, in particolare, l’ascesa delle auto elettriche penalizzerà la domanda di palladio e platino e un aumento di quella relativa a rame, alluminio, materiali attivi e terre rare.

A questa conclusione sono giunti smontando nei minimi termini un motore elettrico di ultima generazione mettendone a confronto i singoli accessori con quelli di un motore classico a benzina.

I veicoli elettrici a batteria non sono, infatti, dotati di convertitori catalitici contenenti platino e palladio, per cui la domanda di questi metalli preziosi potrebbe essere influenzata negativamente dalla crescita di questo propulsore.

Ecco perché, nonostante le preoccupazioni a più lungo termine, le stime degli analisti svizzeri circa la domanda di platino e palladio fino al 2021 sono rimaste inalterate con il mercato del platino che probabilmente resterà relativamente equilibrato, mentre quello del palladio continua ad essere in disavanzo (con la domanda maggiore dell’offerta).

Gli analisti svizzeri hanno constatato che attualmente quasi il 60% della variazione dei prezzi del platino è determinata dal prezzo dell'oro: nonostante i fondamenti, il platino dovrebbe restare stabile visto il suo rapporto con l'oro.

Per il palladio, il driver chiave, invece, è il rame, che riflette l'alta sensibilità del palladio all'attività economica e alle aspettative di crescita dal momento che la maggior parte della domanda deriva dai settori automobilistico e industriale.
Trending