Emmanuel Macron

Francia, Macron aumenta il distacco dopo l’ultimo dibattito tv

Secondo il sondaggio più recente prima ballottaggio, Le Pen è scesa al 38%. Ma l’affluenza dovrebbe essere la più bassa dal 1969.

5 Maggio 2017 08:00
financialounge -  Emmanuel Macron francia Marine Le Pen
financialounge -  Emmanuel Macron francia Marine Le Pen

Dopo aver sfiorato la soglia del 41%, Marine Le Pen paga la “sconfitta” nell’ultimo dibattito televisivo e perde altri punti percentuali rispetto a Emmanuel Macron. Stando ai dati del recente sondaggio sulle presidenziali francesi (rilevazione Elabe per BfmTv), il candidato di En Marche vincerebbe con il 62% dei voti contro il 38% dell’esponente del Front National. Tuttavia, il ballottaggio in programma domenica 7 maggio rischia di passare alla storia per l’affluenza più bassa dal 1969: alle urne dovrebbe recarsi solamente il 75% degli aventi diritto al voto.

Già favorito nei confronti di Le Pen, il centrista Macron ha guadagnato altri punti nei sondaggi dopo lo scontro televisivo in cui la candidata dell’estrema destra ha perso ripetutamente le staffe. Secondo il direttore dell'istituto Elabe, Yves-Marie Cann, l'aumento è dovuto principalmente alla crescente quota di elettori della sinistra radicale di Jean-Luc Melenchon che decidono di appoggiare Macron: "Il 54% di coloro che hanno votato per Melenchon esprimono un'intenzione di voto a favore di Emmanuel Macron. Sono 10 punti in più rispetto ad alcuni giorni fa".
A meno di clamorose sorprese, il 39enne ex ministro del governo Hollande dovrebbe diventare il 25esimo presidente della Repubblica francese in una Parigi blindata per la paura di nuovi attentati e disordini. Il cambiamento di rotta di Marine Le Pen, che dopo il primo turno aveva scelto toni leggermente più accomodanti anche su temi economici, non sembra aver ripagato la candidata del Front National. Durante la visita a Reims, Le Pen è stata costretta a lasciare la cattedrale da una porta laterale per evitare i contestatori che, poco prima, l’avevano bersagliata con delle uova.
Sull’altro versante, invece, circolano già nomi e ipotesi sul nuovo governo che dovrebbe comprendere, tra gli altri, l’ex ministro centrista François Bayrou e l’attuale ministro della Difesa, Jean-Yves Le Drian.
Trending