BlackRock

Come posizionare il portafoglio in questo potenziale cambiamento di regime

Prospettive macro economiche moderatamente positive, maggiore uso delle politiche fiscali e prezzi del petrolio in aumento segnalano un cambiamento di regime.

5 Ottobre 2016 09:48
financialounge -  BlackRock cina crescita economica Federal Reserve Richard Turnill tassi di interesse titoli di stato treasury USA
financialounge -  BlackRock cina crescita economica Federal Reserve Richard Turnill tassi di interesse titoli di stato treasury USA

“Vediamo opportunità nei titoli delle società con crescita dei dividendi, nelle azioni e nel debito dei mercati emergenti e nelle obbligazioni societarie con rating investment grade” rivela Richard Turnill, BlackRock’s Global Chief Investment Strategist, nel suo commento settimanale di mercato dal titolo “Repositioning portfolio risk”.

Certo, ammette lo strategist, i prossimi eventi politici pongono dei rischi sulle sue prospettive e suggeriscono l’idea di mantenere l'esposizione alle coperture di portafoglio come l’oro e i titoli a breve termine del Tesoro USA. Richard Turnill, inoltre mantiene una visione cauta verso i titoli di Stato a lungo termine, così come le attività più esposte sul fronte delle turbolenze strutturali, come le banche europee.

Ma quali sono le prospettive macro economiche dello strategist? Intanto, numerosi segnali indicano un nuovo regime di crescita globale. “Il nostra macro indicatore economico ‘GPS BlackRock’ implica un consenso circa le previsioni dei PIL domestici dei paesi del G7 troppo basso, sebbene le prospettive di crescita continuino ad essere moderate. Prevediamo che la Cina sia in grado di evitare un atterraggio duro grazie alla graduale transizione verso un modello di crescita più legato ai consumi interni” spiega Richard Turnill che poi immagina che la Fed rialzi i tassi nel mese di dicembre proseguendo però nei mesi successivi con rialzi graduali, permettendo all’inflazione USA di salire. In Cina, l’inflazione dei prezzi alla produzione dovrebbe diventare positiva anno su anno nel trimestre dopo cinque anni di deflazione.

“Diverse grandi economie sembrano sul punto di fare maggiore affidamento sulla politica fiscale per stimolare la crescita, dal momento che la politica monetaria sta mostrando i suoi limiti. Questo cambiamento non riuscirà, probabilmente, a rilanciare in modo sensibile la crescita, ma dovrebbe comunque sostenere la propensione al rischio degli investitori a breve termine” specifica Richard Turnill secondo il quale la propensione al rischio a livello globale potrebbe ricevere un ulteriore sostegno dall’aumento dei prezzi del petrolio che potrebbe anche sostenere l'inflazione.

** Il presente articolo è stato redatto da FinanciaLounge. Una parte di contenuti e dati gentilmente concessi da BlackRock

Trending