cina

Cina: la pig connection tra inflazione e alluvione

12 Luglio 2016 09:05
financialounge -  cina inflazione maiale
financialounge -  cina inflazione maiale
Il maiale si conferma una delle variabili economiche più importanti dell’economia cinese. Almeno per quanto riguarda l’inflazione al consumo.

La conferma sul Financial Times (FT) che spiega cosa hanno in comune l’indice dei prezzi al consumo pubblicato nel weekend (1,9%) e le alluvioni che hanno colpito il sud del paese. La risposta: pigs, maiali. L’inflazione al consumo in Cina è fortemente influenzata dal prezzo della carne di maiale, che a giugno ha aggiunto all’indice 0,71 punti percentuali, mentre i prezzi dei vegetali freschi sono scesi per la prima volta da febbraio 2015, sottraendo in questo caso lo 0,15 per cento all’indice.

Ma perché alluvioni e maiali? Perché le sette province più colpite sono anche quelle che più contribuiscono, con il 27 per cento del totale, alla produzione di carne suina. L’inflazione contenuta di giugno era attesa protrarsi in tutta la seconda metà dell’anno, ma ora non si escludono rialzi imprevisti proprio dovuti all’attesa contrazione nella produzione di maiali a sua volta indotta dalle alluvioni.
Trending