Analyst Survey

Settori di Borsa, perché l’healthcare gode di ottima salute

5 Giugno 2015 10:45
financialounge -  Analyst Survey Henk Jan Rikkerink settore sanitario
financialounge -  Analyst Survey Henk Jan Rikkerink settore sanitario
I settori più all’avanguardia e ad elevato capitale intellettuale dovrebbero beneficiare di prospettive marcatamente superiori rispetto ad altre aree dell’economia, in particolare le aziende dell’healthcare. Al contrario le compagnie del settore energetico sembrano essere caratterizzate da prospettive più incerte. Sono questi alcuni dei più importanti spunti emersi dall'Analyst Survey di Fidelity Worldwide Investment condotta fra gli analisti azionari e obbligazionari della casa d’investimento.
L'indagine, in particolare, fornisce informazioni utili a comprendere le previsioni per le aziende in tutti i settori e le regioni a livello globale, ed è il frutto delle circa 17.000 riunioni annue tra il team di ricerca di Fidelity e i dirigenti delle Società, facendo leva sulla divisione che si occupa della ricerca; tra le più grandi e importanti del settore, con professionisti presenti in tutte le maggiori aree geografiche a livello internazionale.
Lo studio utilizza la struttura di ricerca proprietaria di Fidelity per approfondire aspetti quali i livelli di fiducia, gli investimenti previsti, la solidità patrimoniale, i rendimenti e i dividendi attesi per migliaia di aziende a livello globale.

Cosa emerge dall'indagine? Innanzitutto che le differenze tra i titoli maggiormente favoriti e quelli più penalizzati sono oggi maggiori rispetto al passato, con i settori più innovativi e a elevato capitale intellettuale che godono di prospettive significativamente migliori rispetto ad altre aree dell’economia. Le aziende del settore sanitario hanno ottenuto il punteggio più elevato in termini di sentiment, con il 60% degli analisti specializzati in questo segmento che rilevano un aumento della fiducia del management e che prevedono una crescita dei rendimenti del capitale.
Tutti gli analisti specializzati nell’healthcare, inoltre, prevedono un incremento delle distribuzione dei dividendi, mentre nessuno ne anticipa un calo.

“Le prospettive positive per il settore della sanità a livello globale si basano principalmente sui progressi scientifici in campo medico e nella ricerca come, ad esempio, l'innovazione in oncologia, in immunoterapia e nella terapia genetica” commenta Henk-Jan Rikkerink, Responsabile della Ricerca di Fidelity Worldwide Investment per Europa, USA, EMEA & America Latina, secondo il quale grazie alla crescita della popolazione nei mercati emergenti e all'invecchiamento della popolazione nei mercati sviluppati, il boom del settore sanitario è destinato a proseguire.
“Al contrario, il quadro del settore energetico appare molto diverso Questo settore si colloca, infatti, all'ultimo posto soprattutto a causa del calo dei prezzi del petrolio. Circa l'85% degli analisti di questo segmento, in particolare, indicano un peggioramento della fiducia del management, il 92% si attende un calo del ROE (return on equity) e si prevede una generale riduzione degli investimenti in questo settore” conclude Henk-Jan Rikkerink.
Trending