EFAMA

A settembre cala la raccolta in Europa

25 Novembre 2014 09:10
financialounge -  EFAMA fondi a lungo termine raccolta netta
financialounge -  EFAMA fondi a lungo termine raccolta netta
Vendite di fondi Ucits in caduta in Europa a settembre. La raccolta netta del mese si è infatti attestata a 14 miliardi di euro dai 41 di agosto. Lo rileva l’Efama, l’Associazione europea dell’industria del risparmio gestito che rappresenta il 99,6% del totale degli asset Ucits e non-Ucits.

“Questa sensibile riduzione nelle vendite nette – ha spiegato l’Associazione – è il risultato soprattutto del cambio di marcia dei money market fund che hanno registrato deflussi netti nel messe”.

Questa tipologia di fondi è infatti tornata in territorio negativo con 14 miliardi di deflussi contro una raccolta netta per 9 miliardi ad agosto. Anche i fondi a lungo termine subiscono comunque un leggero rallentamento nella raccolta che si attesta nel mese a 28 miliardi contro i 32 di agosto.

Nel dettaglio, è tornata negativa la raccolta dei fondi azionari perla prima volta da giugno 2013, archiviando deflussi per 6 miliardi contro una raccolta positiva di 2 miliardi ad agosto. Allo stesso tempo i fondi obbligazionari hanno registrato una riduzione nelle vendite di tre miliardi, attestandosi a 13 miliardi dai 16 di agosto. Migliora invece la raccolta dei fondi bilanciati che hanno messo a segno un aumento delle vendite nette a 18 miliardi, dai 13 di agosto.

“Nonostante i deflussi dai fondi azionari – ha commentato Bernard Delbecque, direttore dell’Area Economia e Ricerca di Efama – le vendite nette di fondi Ucits a lungo termine sono rimaste robuste a settembre grazie alla domanda sostenuta per i fondi obbligazionari e all’aumento della domanda dei bilanciati”.

Deflussi anche per i fondi non-Ucits per 7 miliardi contro una raccolta netta di 8 miliardi ad agosto. Le vendite nette di fondi speciali (fondi riservati a investitori istituzionali) hanno registrato deflussi per 13 miliardi dopo una raccolta netta per 6 nel mese di agosto. “Questi deflussi – spiega Efama – sono stati il risultato di un trasferimento di asset una-tantum da fondi speciali ad acconti segregati da parte di un grande cliente istituzionale”.

Gli asset complessivi degli Ucits si sono attestati a 7.864 miliardi di euro alla fine di settembre, con un aumento dello 0,8%. Gli asset totali non-Ucits sono saliti dello 0,3% a 3.112 miliardi. Nel complesso, gli asset totali dell’industria europea dei fondi di investimento si attestano a 10.975 miliardi a fine settembre 2014.
Trending