borsa

La rivincita di Facebook

25 Luglio 2014 11:20
financialounge -  borsa facebook Mark Zuckerberg mobile nasdaq utili
financialounge -  borsa facebook Mark Zuckerberg mobile nasdaq utili
Prezzo raddoppiato in poco più di due anni. Se qualcuno avesse fatto una previsione del genere sul titolo Facebook solo poco tempo fa, lo avrebbero preso per matto. E invece è proprio così: con un balzo del 9% registrato ieri nel dopo-Borsa, il titolo del social network più famoso al mondo ha superato i 76 dollari, contro i 38 fissati al momento dello sbarco a Wall Street, nel maggio del 2012.

Gli inizi sul Nasdaq sono stati molto duri per Facebook, con il titolo che ha subito perso quota scatenando una serie di polemiche e minacce di class action. Addirittura, dopo sei settimane ha toccato il minimo di 17,74 e tra gli analisti ha cominciato a serpeggiare il pessimismo sul modello di business della società fondata da Mark Zuckerberg e sulla sua capacità di crescere a ritmo sostenuto, tanto da giustificare gli ingenti investimenti tecnologici necessari per tenere il passo di un numero crescente di utenti.

La svolta è arrivata quando il social network ha deciso di focalizzarsi principalmente sul mobile, che inizialmente aveva dato poche soddisfazioni in termini di entrate pubblicitarie. I dati pubblicati ieri, relativi al secondo semestre, dicono che la scommessa sta riuscendo: il periodo aprile-giugno si è chiuso con un utile netto raddoppiato a 791 milioni di dollari, a fronte dei 333 milioni di dollari di dodici mesi prima.
Intanto i ricavi hanno fatto un balzo del 61% nel confronto anno su anno, attestandosi a quota 2,81 miliardi. Intanto gli utenti attivi mensili sono aumentati del 14% a 1,32 miliardi e quelli giornalieri del 19% a 829 milioni. Gli utenti mensili mobili sono 1,07 miliardi.

A sostenere le quotazioni hanno contribuito, inoltre, i rumors in merito a una trattativa in corso con Uber per integrare l’app di ricerca auto nel suo sistema di messaggistica. A un giornalista che gli chiedeva un commento sul riscatto del titolo in Borsa, dopo tanta diffidenza, Zuckerberg si è limitato a rispondere: “C’e ancora molto spazio per crescere: dobbiamo andare avanti su questa strada”.
Trending