italia

Importanza del gasdotto Tag per Snam

4 Giugno 2014 16:20
financialounge -  italia petrolio settore energetico snam
financialounge -  italia petrolio settore energetico snam
Snam, la società italiana leader in Europa per il trasporto del gas, starebbe per acquisire il pacchetto di controllo in mano a Cassa Depositi e Prestiti di TAG (Trans Austria Gas).
Quest’ultimo è il gasdotto che trasporta il gas russo fino a Tarvisio ed è articolato in 3 pipeline da 380 km ciascuna, per una lunghezza complessiva di 1.140 km, 5 centrali di compressione e ha una capacità di trasporto di circa 48 miliardi di metri cubi di gas.

Gli esperti di Goldman Sachs hanno stimato che l’89% di TAG in mano a Cdp dovrebbe costare a Snam circa 620 milioni di euro, pari a circa 8 volte il rapporto prezzo /utili (p/e) 2012, in linea con le precedenti operazioni e finanziato attraverso un aumento di capitale riservato alla Cdp: il restante 11% resterebbe invece nelle mani della compagnia petrolifera austriaca OMV.

Si tratta di un’operazione di importante rilevanza per Snam e per l’Italia.
Infatti, sempre secondo gli analisti di Goldman Sachs, questa acquisizione potrebbe aggiungere 0,11 euro per azione (circa il 3%) alla valutazione di Snam (in funzione del calcolo basato sulla somma delle parti del gruppo di trasporto del gas).
Inoltre, in aggiunta a questo plus di breve termine, l’acquisizione di TAG consentirebbe al gruppo Snam di sviluppare ulteriormente il proprio business nel medio lungo periodo.
Sul versante invece dei benefici all’Italia, l’operazione consentirebbe di allineare i prezzi italiani del gas a quelli europei e rafforzerebbe la sicurezza degli approvvigionamenti del gas per il nostro paese e l’Europa: sfruttando la collocazione geografica dell’Italia, TAG permetterebbe di realizzare il progetto di far diventare il nostro paese l’hub europeo strategico per allentare la dipendenza italiana ed europea dall’import energetico.
Trending