Affari&Finanza

L'industria del Risparmio - 05 maggio 2014

6 Maggio 2014 15:30
financialounge -  Affari&Finanza ETC ETF ETN ETP
financialounge -  Affari&Finanza ETC ETF ETN ETP
Con il termine ETP (Exchange Traded Product) si comprende l’universo che aggrega gli ETF (Exchange Traded Fund), gli ETC (Exchange Traded Commodity) e gli ETN (Exchange Traded Note).

I primi, gli ETF, sono i fondi passivi che replicano un preciso indice di Borsa, un settore azionario, un mercato obbligazionario o una strategia a reddito fisso. Gli ETC, invece, sono gli strumenti passivi che permettono di investire nelle materie prime, mentre gli ETN sono titoli di debito che replicano un indice finanziario non azionario come, per esempio, l'indice di volatilità VIX oppure un paniere di materie prime.

Da segnalare, per l’investitore, un’altra importante differenza tra gli ETF e gli altri due prodotti. L'ETF, come i fondi comuni e i comparti delle Sicav, è uno strumento finanziario che si attiene alle norme UE Ucits: si tratta quindi di un veicolo d’investimento conforme alle condizioni di trasparenza, liquidità e leva finanziaria imposte dalle normative europee.

Sia gli ETC che gli ETN, al contrario, non sono prodotti Ucits compliance e di conseguenza non hanno limiti nell’uso della leva finanziaria e dei derivati in portafoglio. È indispensabile conoscere nei dettagli ETP che si sta sottoscrivendo per essere pienamente consapevole dei rischi che si sarà chiamati a correre.
Trending